Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘ville’

Custodi che passione

Intervista doppia ai Custodi del Ponte Sanguinario

929af9f374f9df21c1ceaaf2dbd997c8

1- Come ti chiami? Dove abiti?

Loredana: Mi chiamo Loredana ed abito alle Ville

Giorgio: Mi chiamo Fagotti Giorgio, abito in piazza Vittoria, a “Le Ville”

2 – Che lavoro fai?

Loredana: Faccio la custode al Ponte sanguinario

Giorgio: Faccio il custode al Ponte sanguinario

3 – Ti piace il tuo lavoro?

Loredana: Si, mi piace il mio lavoro

Giorgio: Il lavoro che faccio mi piace e mi entusiasma.

4 – Parlaci un po’ del Ponte Sanguinario

Loredana: Il Ponte sanguinario è stato chiuso tanti anni ed ora lo abbiamo riaperto. Era collegato con il fiume Tessino.

Giorgio: Per entrare nel Ponte bisogna scendere le scale. Nei lati ci sono le bocche di Leone in marmo. C’è un pezzo di legno, su cui hanno decapitato San Ponziano, il nostro Patrono. La leggenda narra che Lucrezia Brogia, dal pozzo della Rocca decapitava i suoi amanti, ed il sangue scorreva fino ad arrivare al Ponte. Da qui il nome Ponte Sanguinario.

5 – Vengono molti turisti a Spoleto a vedere questo monumento?

Loredana: L’estate vengono tanti turisti a vedere il Ponte, mentre d’inverno non si vede nessuno.

Giorgio: I turisti vengono a visitare il Ponte, ma in alcuni periodi dell’anno si potrebbe fare più propaganda, come ad esempio della pubblicità in televisione.

6 – Qual’è la cosa più difficile che ti hanno chiesto?

Loredana: A volte mi sento in difficoltà, perché non mi ricordo le parole precise da dire. Però, usando “parole mie” riesco a spiegare lo stesso le notizie sul Ponte.

Giorgio: Di difficile ancora non mi hanno chiesto nulla.

7 – Come ti senti a fare da guida per questo monumento?

Loredana: Mi piace tanto perché un lavoro, in vita mia, non l’ho mai avuto. Riesco anche a guadagnare qualcosina. In confidenza, preferisco fare i pomeriggi piuttosto che le mattine.

Giorgio: D’inverno mi annoio, perché non viene moltissima gente. D’estate invece mi diverto, il tempo vola.

8 – Sei contento/a di questa esperienza?

Loredana: Si, sono molto contenta di questo lavoro, mi piacerebbe molto fare una festicciola per festeggiare noi custodi, invitando tutti i miei amici.

Giorgio: Si, sono molto contento. Sono felice quando la gente mi chiede le cose e si ricorda che io sono il custode.

Annunci

Un Weekend di Solidarietà

Finisce l’estate, finisce settembre… ma non finisce la solidarietà

Giochi, musica, balli, lotteria, pesca e tanti amici. Questi e molto altro sono gli ingredienti per un fine settimana all’insegna della solidarietà.

La Fattoria Sociale diventa la sede perfetta per fare festa e stare in compagnia, tutto a favore dei Centri Diurni per Disabili.

Si inizia Sabato 26 settembre con la “cena a colori”, organizzata dai Centri Diurni per Disabili di Spoleto, ai cui ragazzi la cena sarà offerta dall’Associazione AIAS Spoleto e dall’Associazione Peter Pan.

Camicia a quadri, stivali, musica da quadriglia e clima da puro west, un tuffo tra pistole e cowboys, con la cena western di Domenica 27 settembre! La cena è organizzata dal Centro Diurno per Disabili L’Isola che c’è, ai cui ragazzi verrà offerta la cena dall’associazione AIAS – Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, e dall’Associazione Insieme per domani – Gualdo Cattaneo. Sarà l’occasione per assaggiare piatti tipici dei conquistatori dell’oro e per misurarsi con duelli e prove di abilità!

La serata inizierà alle ore 18.30, per una serata a tema fantastica!

Per prenotazioni contattare Donatella al numero 334.6483553.

Ma non è finita qui. il 29 e 30 Settembre, ed il 1° ottobre ci sarà una bellissima iniziativa, un gemellaggio con il Centro Socio Educativo per Disabili, San Damiano di Termoli, in cui la nostra realtà si incontrerà e si unirà con la realtà molisana. Di seguito il programma completo.

Vi aspettiamo numerosi!!!

fine estate_3d_jpg (1) (1)

fine estate_3d_jpg (1) (1)2

Risate assicurate al Parco del Mondo: arriva la Traussa

Il 18 settembre alle ore 21.00 la Compagnia dialettale la Traussa presenta “TUTTU SE FA”

Nell’ambito della campagna della Raccolta Fondi 2015, la Cooperativa Il Cerchio è lieta di ospitare la compagnia teatrale “La Traussa” al Parco del Mondo.

L’Associazione Teatrale LA TRAUSSA nasce nel 1995 su iniziativa di Danilo Chiodetti, un ragazzo di Spoleto appassionato di teatro. La compagnia formata da attori non professionisti, ha come obiettivo artistico quello di rivitalizzare il teatro di piazza ed allo stesso tempo offrire al pubblico spunti di riflessione sui temi più attuali della nostra società. Tra le commedie più importanti messe in scena ricordiamo: “Finchè fa commidu”, “Chi va pe frega armane fregatu”, “La Puntura”, “Pozzi scoppà”, “A casa dell’onorevole”, “Villa Maria”, “Te ricordi”, “Zio Pepè”, “Pe du foje de Sirpullo”.

“TUTTU SE FA” è una commedia brillante in tre atti scritta e diretta da Danilo Chiodetti

TRAMA: La storia di Romoletto e Mafalda, due fedeli domestici di una disastrata famiglia spoletina. Quest’ultima si trova a dover affrontare gravi problemi economici e ricorrerà proprio all’aiuto dei due fedeli domestici per cercare di risolverli. I due, molto imbranati e goffi, verranno catapultati involontariamente in situazioni che gli sono estranee. Ma alla fine riusciranno a salvare i propri padroni dal fallimento. Un viaggio all’estero, un volo in aereo, e l’incontro con dei nobili spagnoli faranno da cornice a questa divertentissima storia.

PERSONAGGI ED INTERPRETI

ROMOLETTO DANILO CHIODETTI

MAFALDA MARA GOBBI

GERTRUDE CRISTINA CURTI 

GUALTIERO ANGELO CASTRICA 

MARESCIALLO FINANZA DANIELE DARI

FRANCESE ULIANA LOCCI 

CARMENSITA MARTA FINALI

MARCHESE ADIO MUSCO

MARCHESA ROBERTA CHIODETTI

MARCHESA MADRE ILARIA CAPPOTTELLA

JUAN PEDRO MICHELE TUZI

DIRETTRICE DI SCENA TANIA ROSATI 

LUCI E FONICA EMILIO SORDINI

REGIA DANILO CHIODETTI

AIUTO REGIA VALERIA MONCADA 

Durante l’intervallo verrà servito un panino con salsiccia.

L’evento è organizzato allo scopo di raccogliere fondi da destinare al Servizio “Le Ville” – Comunità Famiglia per il Dopo di Noi.

Sarà possibile prenotare il biglietto al costo di € 10,00 al numero 335. 5989804.

Vi aspettiamo numerosi!!!

traussa_OKc_A3

Marta Finali

Cena di solidarietà

I settori Sostegno Scolastico e Assistenza Domiciliare Minori ci portano a cena… in Fattoria

Anche quest’anno è arrivato il momento tanto atteso della cena del Settore “Sostegni Scolastici e Domiciliari Minori”.
L’evento avrà luogo giovedì 28 maggio alle ore 20:00 presso la Fattoria Sociale, sita in Loc. Protte.
Come lo scorso anno parteciperanno alcuni docenti dell’ Istituto Alberghiero di Spoleto: l’insegnante di Cucina Prof.ssa Stefania Chiocci, l’insegnante di Sala Prof. Graziano Crispoldi e gli insegnanti di Sostegno Prof. Luca Bibi e Prof.ssa Patrizia Lazzari, che aiuteranno i nostri ragazzi nella preparazione del menù.
In questa serata si darà rilievo al “Progetto Pizza” che ha unito per un intero anno scolastico la Cooperativa Sociale “Il Cerchio” e l’ Istituto Alberghiero. Tale progetto ha previsto 3 ingressi settimanali da parte dei ragazzi, degli operatori e degli insegnanti in Fattoria per esercitarsi nella preparazione della pizza.
Infatti, durante la serata gli “Apprendisti Pizzaioli” faranno pizze al momento e le serviranno agli ospiti.
Un’altra grande novità di questa serata è quella della vendita di biscotti artigianali dai diversi sapori: cioccolato, vaniglia, variegati, ecc….; prodotti realizzati dai ragazzi dei nostri Servizi in collaborazione con i loro operatori… Assolutamente da assaggiare!!!!
Ovviamente non mancherà la lotteria solidale con numerosi premi.
Ricordo a tutti che l’evento è organizzato allo scopo di raccogliere fondi da destinare al Servizio “Le Ville” – Comunità Famiglia per il Dopo di Noi.
Si prospetta una serata magnifica, non mancate!!!

Tamara Isidori

Una passeggiata… solidale

Una passeggiata sul percorso della ex Ferrovia Spoleto-Norcia a favore del servizio Le Ville

Si è svolto ieri, domenica 17 Maggio, l’evento “due passi nel sociale”, una passeggiata di circa 6 chilometri nel percorso della ex Ferrovia Spoleto-Norcia. Quasi cento persone hanno preso il via dall’albergo Barbarossa, risalendo il tratto che una volta il trenino azzurro percorreva quotidianamente. Un percorso immerso nel verde e nella natura che ha soddisfatto i molti partecipanti, felici di poter trascorrere una mattinata in compagnia. La nostra guida Luigi ha guidato il gruppo all’interno di alcune gallerie, inclusa parte della Caprareccia, con un’affascinante camminata “al buio”.

Il gruppo comunicazione ed i ragazzi ospiti del servizio “Le Ville” ringraziano tutti i partecipanti all’iniziativa

Questo slideshow richiede JavaScript.

Marco Pennacchi

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: