Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘servita’

Compleanni in Residenza Protetta

Gli anni passano, ma la voglia di festeggiare resta

Nei primi tre mesi di quest’anno alcuni dei nostri ospiti hanno festeggiato il compleanno. Dino Scerna 84 anni, Gina Argentati 88 anni, Giorgio Bernardini 63 anni (il più piccino), Enza Falcone 80 anni, la più celebrata Antonia Santarelli 102 anni e Marsilio Mattioli 83 anni. Per tutti una bella festa,  splendida e buonissima torta, tante candeline e gli auguri di tutti gli operatori e degli ospiti della Residenza.

E poi c’è stata un’intrusa, per ora non vi diciamo di chi si tratta. Vi diamo appuntamento al prossimo trimestre!!!

Silvia Cantù

Annunci

102 e… non sentirli

Tanti auguri Antonia

Antonia Santarelli è passata da un nuovo traguardo e ha tutta la stoffa per raggiungerne altri. Quando le chiedi quanti anni ha lei sicura risponde in un sol fiato: “cinquant’anni!!”. E questa è la ricetta che le ha permesso di arrivare fino a qui.

Gli operatori della Residenza Protetta di Via Falchi hanno intonato (parolona) un “tanti auguri”, ma anche se stonato, è stato cantato insieme agli altri utenti con tutto il cuore e tutto l’affetto che si merita.

Intorno a lei si sono stretti i suoi familiari e ha spento le candeline sopra una bellissima e buonissima torta preparata dalla nostra Gaia.

Centodue anni pieni di ricordi e di esperienze che una vita così lunga sicuramente racchiude. Antonia era evidentemente commossa e non smetteva di ringraziare tutti.

Ancora tanti auguri Antonia e arrivederci al prossimo anno!!

Silvia Cantù

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi!

Il Team della Residenza Protetta di Via Falchi festeggia il Natale ed il nuovo anno

Il Natale è veramente una festa se si trascorre in famiglia o con gli amici. Quando il gruppo di lavoro diventa anche questo, lo stare insieme assume tutto un altro sapore, piacevole e speciale.

Quindi tutto il team (eh, si! Perchè anche noi siamo un team!) della Residenza Protetta di Via Pietro Falchi (operatori, infermieri, cuochi ed il nostro coordinatore) si è ritrovato in pizzeria per festeggiare insieme.

Le aspettative e la curiosità aumentavano di giorno in giorno anche grazie alla “riffa” organizzata in Residenza: ciascun operatore, infatti, ha sorteggiato a caso un nome di un collega a cui fare un regalo. Fantastica è stata la fantasia con cui sono stati creati i regali, tagliati su misura per la persona che si aveva “vinto”, passando dalla carta igienica per il turno della mattina agli “zampitti di cinghiale” per Gianfranco.

Le foto testimoniano l’allegria nello stare insieme, nell’essere qualcosa di più di semplici colleghi di lavoro…

Però ci sono alcune foto che…  probabilmente non vedrete mai.

Arianna Panetti

Festa di Natale a Via Falchi

Grande festa svoltasi nella Residenza Protetta Il Cerchio

L’aria di festa si respirava già da diverso tempo. Le attività pomeridiane erano, da molti giorni, dedicate a creare le decorazioni per arredare la Residenza.

Le mani fatate di Silvia hanno lavorato ininterrottamente per creare le più originali decorazioni fatte al centrino da appendere all’albero mentre Pasquina insieme a Gloria sfrecciavano veloci per i corridoi della Residenza per appendere alle finestre Babbi Natale e Renne dal naso rosso.

Finalmente, il giorno della festa tanto atteso e desiderato, soprattutto dagli ospiti della struttura è arrivato. Un’occasione speciale, organizzato con cura da tutto il personale della struttura, per festeggiare insieme il Natale con gli ospiti, i parenti, gli amici e tutti gli operatori.

C’erano dolci, bibite, musica, la tombola con i premi ma soprattutto tanta allegria e voglia di stare insieme. Quando poi le luci improvvisamente si sono spente, un panciuto Babbo Natale è comparso sulla porta di Via Falchi, portando una parola speciale e un dono per ciascuno degli emozionati residenti della struttura.

Quest’anno la festa è stata ancora più speciale grazie alla visita del Primo Cittadino della nostra città.

Il sindaco ha salutato singolarmente tutti gli (ancora più emozionati) ospiti, stringendo mani e salutando tutti i presenti. Ha poi spiegato di essere molto felice di essere lì e di essere presente per un duplice motivo: il primo è di tipo personale e di affetto nei confronti di un suo familiare ospite della struttura di via Falchi; l’altro motivo, ha continuato parlando al personale della Residenza, è per ringraziare tutti per l’operato e l’abnegazione dimostrata all’interno della struttura. “La struttura – ha dichiarato – è un fiore all’occhiello nella nostra città, ed è un grandissimo aiuto per le famiglie che vivono drammi come questo. E’ per questo motivo – ha poi concluso il Sindaco – che vi faccio i miei complimenti, sia a livello personale che istituzionale, e vi garantisco che farò di tutto affinchè l’amministrazione comunale vi sia sempre vicina”.

Grandi sono state la gioia e l’orgoglio con cui gli operatori hanno accolto queste parole di elogio.

La Residenza Protetta di Via Falchi augura a tutti un BUON NATALE e un 2015 carico di gioia e serenità.

Auguri!!!

Arianna Panetti

A Natale Puoi…

Festeggia il Natale con noi!

Il periodo Natalizio si avvicina sempre di più. Nell’aria inizia a respirarsi aria di festa, si accendono i primi addobbi e le città diventano sempre più luminose. Molti aspettano da tempo questo periodo, compresi i servizi della Cooperativa il Cerchio, che stanno già organizzando delle meravigliose feste all’interno dei servizi!

Soci, collaboratori, volontari, ma anche ospiti e familiari sono in fibrillazione, non vedono l’ora di poter partecipare ad una vera e propria festa in compagnia ed allegria.

Volete sapere quando festeggeremo?

Ecco un bel calendario con tutte le date! Vi Aspettiamo numerosi!

Feste di Natale

Marco Pennacchi

Se un giorno mi vedrai vecchio…

Se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi… abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo.

Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose… non mi interrompere… ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finchè non ti addormentavi.

Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare… ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perchè non volevi fare il bagno.

Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l’abc; quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso… dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire… la cosa più importante non è quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li che mi ascolti.

Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi.

Quando dico che vorrei essere morto… non arrabbiarti, un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive.

Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po’ del tuo tempo, dammi un po’ della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te.

Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te.

Ti amo figlio mio.

 

Marco M.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: