Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘sala frau’

Questa settimana al Cinema

La programmazione dal 19 al 24 Gennaio

BENEDETTA FOLLIA di Carlo Verdone
ORARI PROIEZIONI:
  • Venerdì 19 – 16:30 / 18:30 / 21:30
  • Sabato 20 – 16:30 / 18:30 / 21:30
  • Domenica 21 – 16:30 / 18:30 / 21:30
  • Lunedì 22 – 16:30 / 18:30 / 21:30
  • Martedì 23 – 16:00

FABRIZIO DE ANDRÉ – PRINCIPE LIBERO di Luca Facchini
ORARI PROIEZIONI:
  • Martedì 23 – 18:00 / 21:00
  • Mercoledì 24 – 18:00 / 21:00
Schermata 2018-01-19 alle 09.31.07.jpg
Annunci

Questa settimana al cinema

La programmazione dal 12 al 16 Gennaio

NAPOLI VELATA di Ferzan Ozpetek:

  • Venerdì 12 // 18.30 – 21.30
  • Sabato13 // 18.30 – 21.30
  • Domenica 14 // 18.30 – 21.30
  • Lunedì 15 // 18.30 – 21.30
  • Martedì 16 // 18.30 – 21.30

WONDER di Stephen Chbosky:

  • Venerdì 12 // 16.30
  • Sabato13 // 16.30
  • Domenica 14 // 16.30
  • Lunedì 15 // 16:30
  • Martedì 16 // 16:30

Vuoi essere aggiornato sulla programmazione tramite messaggio whatsapp?
Invia il tuo numero a cinemasalafrau@gmail.com, potrai disdire in ogni momento

Vi aspettiamo al Cinema Sala Frau!

Schermata 2018-01-09 alle 19.11.28

 

Questa settimana al cinema

La programmazione dal 4 al 9 Gennaio

WONDER di Stephen Chbosky – Auggie ha 10 anni si è sottoposto a decine di operazioni per rendere meno deforme il suo volto, colpito da una rara malattia. Il momento è giunto ora di affrontare gli sguardi dei suoi coetanei andando per la prima volta a scuola, dove troverà, almeno inizialmente, poca comprensione e molte prese in giro. Wonder affronta un tema classico, quello della diversità alle prese con la perfidia del mondo, diluendo il sentimentalismo nell’umorismo di una sceneggiatura concepita per educare i ragazzi (pubblico ideale del film insieme ai loro genitori) a non fermarsi all’apparenza. Commovente, e questo non era impossibile di certo, ma anche divertente e molto sincero, e per questo vanno ringraziati il regista, Stephen Chbosky, e due attori in stato di grazia come Julia Roberts e Owen Wilson. (Mauro Donzelli – ComingSoon.it)

Orario delle proiezioni:

  • Giovedì 4 // 18:30 – 21:30
  • Venerdì 5 // 18:30 – 21:30
  • Sabato 6 // 18:30 – 21:30
  • Domenica 7 // 18:30 – 21:30
  • Lunedì 8 // 16:30 – 18:30 – 21:30
  • Martedì 9 // 16:30 – 18:30 – 21:30

FERDINAND di Carlos Saldanha – La storia del film Ferdinand è quella del toro del titolo. Il toro Ferdinando ha l’aspetto del feroce toro da corrida: esemplare robusto, dal manto nero e lucente ma con un temperamento tutt’altro che irascibile, un toro che, a differenza di tutti gli altri suoi amici, e a dispetto della sua stazza e della sua forza, non ha alcun interesse nel dimostrare di essere potente e feroce né di diventare un temuto toro da corrida che terrorizzi i toreri. Al contrario, aspira solo a una vita tranquilla. Quando Ferdinand dilata le narici e smuove il terreno con gli zoccoli, la gente corre per sfuggire alla sua carica, ma lui annusa le margherite di prato, sua grande passione, o si stiracchia all’ombra degli alberi. E quando passeggia per i villaggi assolati della Spagna, gli abitanti sbarrano le porte e gridano al toro, ma lui prosegue e fa amicizia con una bimba adorabile e sveglia. Molto sveglia, molto più degli adulti che strappano Ferdinand alla sua vita tra i prati e lo costringono a scalciare, sbuffare e prendere a testate i mantelli dei toreri nelle arene. Per fortuna i nuovi amici della fattoria elaborano un piano a prova di capra (non si offenda la capra Lupe) che gli permetterà di tornare a casa. Servono stazza e zampe forti come le sue, e una buona dose di teatralità.

Orario delle proiezioni:

  • Giovedì 4 // 16:30
  • Venerdì 5 // 16:30
  • Sabato 6 // 16:30
  • Domenica 7 // 16:30

Vi aspettiamo al Cinema Sala Frau

Questa settimana al Cinema

La programmazione dal 29 Dicembre al 2 Gennaio

FERDINAND

La storia del film Ferdinand è quella del toro del titolo. Il toro Ferdinando ha l’aspetto del feroce toro da corrida: esemplare robusto, dal manto nero e lucente ma con un temperamento tutt’altro che irascibile, un toro che, a differenza di tutti gli altri suoi amici, e a dispetto della sua stazza e della sua forza, non ha alcun interesse nel dimostrare di essere potente e feroce né di diventare un temuto toro da corrida che terrorizzi i toreri. Al contrario, aspira solo a una vita tranquilla. Quando Ferdinand dilata le narici e smuove il terreno con gli zoccoli, la gente corre per sfuggire alla sua carica, ma lui annusa le margherite di prato, sua grande passione, o si stiracchia all’ombra degli alberi. E quando passeggia per i villaggi assolati della Spagna, gli abitanti sbarrano le porte e gridano al toro, ma lui prosegue e fa amicizia con una bimba adorabile e sveglia. Molto sveglia, molto più degli adulti che strappano Ferdinand alla sua vita tra i prati e lo costringono a scalciare, sbuffare e prendere a testate i mantelli dei toreri nelle arene. Per fortuna i nuovi amici della fattoria elaborano un piano a prova di capra (non si offenda la capra Lupe) che gli permetterà di tornare a casa. Servono stazza e zampe forti come le sue, e una buona dose di teatralità.

PROIEZIONI:

  • Venerdì 29 // 16.30 / 21.30
  • Sabato 30 // 16.30 / 18.30
  • Domenica 31 // 15.00 / 17.00
  • Lunedì 1 // 16.30 / 21.30
  • Martedì 2 // 16.30 / 18.30

POVERI MA RICCHISSIMI

Grazie all’astuto Kevi che ha messo in salvo i risparmi di famiglia, i Tucci di Torresecca sono ancora i milionari più screanzati d’Italia. Scivolata nella spassosa ostentazione del lusso in Poveri ma ricchi, la coppia formata da Danilo (Christian De Sica) e Loredana (Lucia Ocone) torna in Poveri ma ricchissimi con una passione tutta nuova: la politica. Lo sconcertante programma elettorale dei cafoni nobilitati prevede l’indizione di un singolare referendum che permetta al loro paesino di uscire dall’Italia, dichiararsi Principato indipendente e proporre così nuove leggi. Una vera e propria “Brexit Ciociara”, un Principato a conduzione familiare con un leader bifolco e spettinato, “povero” di affettazione, ma “ricco” anzi “ricchissimo” di denaro. Grazie a un solido conto in banca e al sostegno di parenti sopra le righe – nonna Nicoletta (Anna Mazzamauro) e zio Marcello(Enrico Brignano) – Danilo si appresta a diventare l’unico leader al mondo che fa più gaffes di Donald Trump.

PROIEZIONI:

  • Venerdì 29 // 18.30
  • Sabato 30 // 21.30
  • Domenica 31 // nessuna proiezione
  • Lunedì 1 // 18.30
  • Martedì 2 //  21.30

Vuoi essere aggiornato sulla programmazione tramite messaggio whatsapp?
Invia il tuo numero a cinemasalafrau@gmail.com
potrai disdire in ogni momento

Vi aspettiamo al Cinema Sala Frau!

Questa settimana al Cinema

La programmazione dal 15 al 19 Dicembre

NUT JOB – tutto molto divertente

Dopo aver accidentalmente distrutto il negozio di noccioline conquistato in Nut Job, Spocchia e i suoi amici si trasferiscono in un accogliente parco cittadino, che il sindaco è intenzionato a trasformare in un più remunerativo parco divertimenti.
In Nut Job 2 l’incorreggibile scoiattolo fa ancora una volta squadra con il topolino Buddy, la scoiattolina Andie e l’altezzoso Vanesio per sventare i piani del malefico primo cittadino.

ORARIO DELLE PROIEZIONI:

  • Venerdì 15 Dicembre 16.30
  • Sabato* 16 Dicembre 16.30
  • Domenicaé 17 Dicembre 16.30
  • Lunedì 18 Dicembre 16.30
  • Martedì 19 Dicembre 16.30

* Sabato e Domenica 30 minuti prima della proiezione – Animazione per Bambini


SMETTO QUANDO VOGLIO  Ad Honorem di Sydney Sibilia

Atto finale della trilogia diretta da Sydney Sibilia, Smetto quando voglio: Ad honorem vede la banda di cervelloni incompresi, capitanata dal neurobiologo Pietro Zinni (Edoardo Leo), riunirsi per l’ultima sconsiderata impresa. Dietro le sbarre del carcere di Rebibbia, i galeotti fregiati di titoli accademici escogitano un modo per evadere di prigione e sventare i piani del terribile Walter Mercurio (Luigi Lo Cascio), intenzionato a fare una strage. Ma chi è il nuovo villain? Cosa nasconde? Qual è il suo piano? Pietro è il primo a intuirlo. “Sopox è la formula del gas nervino. Ecco a cosa gli serviva un cromatografo. Sto pazzo si è messo a sintetizzare del gas nervino” esclama alla fine di Masterclass, anticipando le mosse di Ad Honorem.
Accanto all’ex produttore di smart drugs ritroviamo il chimico Alberto (Stefano Fresi), i due latinisti Mattia (Valerio Aprea) e Giorgio (Lorenzo Lavia), l’impacciato antropologo Andrea (Pietro Sermonti), il timido archeologo Arturo (Paolo Calabresi), l’avventato economista Bartolomeo (Libero De Rienzo), insieme con il dottor Giulio (Marco Bonini), il professor Lucio (Giampaolo Morelli) e l’avvocato Vittorio (Rosario Lisma).
Impegnata a chiudere i conti col passato, la gang di ricercatori è costretta ad allearsi con il nemico di sempre, il boss malavitoso con una laurea in ingegneria navale, “Er Murena” (Neri Marcorè). Per salvare la città, dovranno mettere da parte le divergenze, anticipare le mosse di Mercurio e cercare di capire come neutralizzare l’attacco che il cattivo più cattivo di tutti sta mettendo in piedi: un evento a cui parteciperanno centinaia di persone.

ORARIO DELLE PROIEZIONI:

  • Domenica 17 Dicembre 21.30
  • Lunedì 18 Dicembre 21.30

LA BATTAGLIA DEI SESSI di Jonathan Dayton, Valerie Faris

Il film racconta il leggendario incontro sportivo tra la campionessa di tennis Billie Jean King e lo sfidante Bobby Riggs, passato alla storia come La battaglia dei sessi.
1973, l’attempato Riggs (Steve Carell) sfila ancora sul campo come una star in passerella, con le ricche doti di intrattenitore affascina i media e il pubblico presente, e lancia dichiarazioni che non può rimangiare: “Non dico che le donne non dovrebbero stare in campo, altrimenti chi raccatterebbe le palle!”. La sfida è aperta. La giovane Billie Jean King (Emma Stone), paladina della lotta contro il sessismo, ascolta e memorizza le provocazioni dell’arrogante avversario, perché medita di rispedirle al mittente con un dritto e un rovescio direttamente sul campo di Houston. Il risultato del match è storia, ma i preparatitivi e la preparazione dei campioni rasentano il mito. Prima di scatenarsi sul campo da tennis, la battaglia dei sessi tra il vecchio atleta esibizionista e l’impassibile ragazza occhialuta infuria in conferenza stampa e sulle copertine dei rotocalchi.

ORARIO DELLE PROIEZIONI

  • Venerdì 15 Dicembre 18.30
  • Sabato 16 Dicembre 21.15 *video di presentazione a cura di Imma Battaglia
  • Martedì 19 Dicembre 18.30

IL PREMIO di Alessandro Gassman

Il terrore dell’aereo e la prospettiva di un volo cadenzato da scossoni e turbolenze, convincono Giovanni Passamonte (Gigi Proietti) incensato scrittore di fama internazionale, a intraprendere un lungo viaggio in auto fino in Svezia. Destinazione: Stoccolma, Sala dei concerti, per la cerimonia di consegna dei premi Nobel. Insignito dell’ambito Premio per la letteratura, Passamonte convince il fidato assistente Rinaldo (Rocco Papaleo) a raggiungere la penisola scandinava prendendo l’autostrada. I due si ritrovano inaspettatamente a condividere l’abitacolo con i figli del vecchio scrittore, entrambi in cerca di una svolta: Oreste (Alessandro Gassmann) ex olimpionico e proprietario di una palestra in fallimento, e Lucrezia (Anna Foglietta) blogger nevrotica e inconcludente. Ogni tappa del viaggio diventa pretesto per guardare ad antiche dinamiche familiari, mettere in discussione le proprie certezze e conoscersi veramente.

ORARIO DELLE PROIEZIONI:

  • Venerdì 15 Dicembre 21.30
  • Sabato 16 Dicembre 18.30
  • Domenica 17 Dicembre 18.30
  • Lunedì 18 Dicembre 18.30
  • Martedì 19 Dicembre 21.30

Vuoi essere aggiornato sulla programmazione tramite messaggio whatsapp? Invia il tuo numero a cinemasalafrau@gmail.com, potrai disdire in ogni momento

Vi aspettiamo al Cinema Sala Frau!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: