Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘ragazze’

Tutti in acqua

Le ragazze de “L’Isola che c’è” proseguono la terapia riabilitativa in acqua

Il Centro Diurno L’Isola che c’è è un Servizio a carattere socio-riabilitativo ed educativo con percorsi riabilitativi rivolti a ragazzi disabili. Nell’ambito della riabilitazione i ragazzi svolgono diverse attività rivolte allo sviluppo cognitivo e motorio per incrementare le proprie capacità. Una di queste è la terapia in acqua, svolta presso la piscina di Trevi.

Ogni mercoledì Mara, Ismia e Rita, immerse in una piscina riscaldata, superano un po’ alla volta la paura dell’acqua, prendono coscienza di cosa può fare il nostro corpo immerso, socializzano con nuovi amici, si affidano all’istruttore ed agli operatori rafforzandone il già stretto legame.

Dopo gli esercizi si rilassano con l’idromassaggio, perché come diceva un vecchio detto, prima viene il dovere, poi però viene il piacere.

Giulia Cacciamani

Annunci

Il Convitto apre a tutti

Ancora posti disponibili per il Convitto Unificato di Spoleto. A breve il nuovo bando

Una grande occasione per tutti i ragazzi e ragazze che desiderano frequentare i licei o gli istituti tecnici della nostra città. A breve infatti riaprirà il bando per poter usufruire del Convitto Unificato INPS di Spoleto nell’anno scolastico 2015/2016, come semi-convittori.

La grande novità, questa volta, è che mentre in passato potevano usufruire di questa possibilità solo famiglie con un lavoro statale, il nuovo bando sarà aperto a tutti! Chiunque potrà fare domanda, comprese le famiglie lavoratrici di aziende private.

I semi-convittori/semi-convittrici hanno diritto ad essere seguiti negli studi dagli educatori o da insegnanti qualificati, scegliere di partecipare ad alcuni sport quali la scherma, la piscina ed il calcio, e/o alle attività organizzate in convitto (gite, teatro, cinema ed altro ancora).

Ancora ci sono diversi posti disponibili, non resta che monitorare questa pagina o il sito dell’INPS per avere maggiori informazioni!

635538333068789730

I nostri ragazzi sono diventati dei provetti.. Danzatori!

Terminato il corso di Danza Terapia che ha visto protagonisti i nostri ragazzi

E’ da poco terminato il corso di Danzaterapia che hanno frequentato i nostri ragazzi presso i nostri centri.

I risultati li potete vedere nel video pubblicato direttamente dalla pagina facebook del centro cliccando qui.

Immagine1

Il Team Special Olympics Spoleto diventa… nazionale!

Prima esperienza per il nostro Team ai giochi nazionali di La Spezia

Il Team Special Olympics Spoleto, sostenuto, dalla Associazione Peter Pan e dalla Cooperativa il Cerchio, in considerazione degli incoraggianti risultati raggiunti alle gare regionali a Gualdo Tadino, ha deciso di puntare più in alto e parteciperà alle gare nazionali di atletica che si svolgeranno a La Spezia dal 20 al 23 giugno.

Dal prossimo venerdì 20 giugno, quindi, 5 atleti del Team Special Olympics Spoleto, iscritti in varie categorie ed in varie specialità della atletica, parteciperanno per la prima volta, ai giochi nazionali a La Spezia, dove si misureranno con altri ragazzi e ragazze appartenenti a delegazioni provenienti da tutte le parti dell’Italia e cercheranno di tenere alto il nome della nostra città.

I nostri ragazzi “speciali” si stanno allenando da tempo per questo obiettivo e avrebbero voluto partecipare tutti ma per motivi economici non è stato possibile, speriamo meglio per il prossimo anno.

Auguri ragazzi, voi rappresenterete anche quelli che restano a casa, cercate di vincere ma soprattutto date il meglio di voi, tentando con tutte le vostre forze e dimostrate che comunque ciò che veramente importa è partecipare al meglio, onorando voi stessi ed il gruppo di cui fate parte.

foto Gare regionali Gualdo

Mino G.

Lo Special Olympics sbarca alle Gare Regionali

Il Team Special Olympics Spoleto fa incetta di medaglie a Gualdo Tadino

Special Olympics è una organizzazione internazionale che accoglie atleti con difficoltà di vario genere, non solo e non principalmente di tipo fisico.  Lo spirito di tale organizzazione  si basa sulla importanza della partecipazione e del dare il massimo impegno prima che del vincere  o arrivare primi  e con tale spirito abbiamo fondato la sezione di Spoleto ovvero il Team Special Olympics Spoleto.

Il team è costituito da alcuni referenti e dagli atleti, ragazzi e ragazze, che svolgono attività nei giochi delle bocce, del calcetto e in varie specialità dell’atletica.

 Lunedì 12 maggio 10 atleti del Team Special Olympics Spoleto, iscritti in varie categorie ed in varie specialità della atletica, hanno partecipato a Gualdo Tadino, per la prima volta,  ai giochi regionali di atletica leggera, dove si sono misurati con altri ragazzi e ragazze appartenenti a  delegazioni provenienti da varie città dell’Umbria

E’ stata una giornata esaltante per gli atleti e per chi li accompagnava, non sono mancati momenti di crisi emotiva che sembravano insormontabili ma che poi sono stati superati grazie all’intervento degli accompagnatori, sempre pronti a sostenere e motivare i nostri .

Tutti si sono impegnati al massimo e con la massima serietà ed infine i risultati hanno premiato tanto impegno.

 I nostri atleti hanno vinto numerose medaglie sia d’oro che d’argento o di bronzo superando sul campo, in molte specialità, i pur validi atleti degli altri team e ricevendo i complimenti dei responsabili regionali.

Queste solo alcune delle foto scattate durante la manifestazione, visibili alla pagina facebook: www.facebook.com/TeamSpoleto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Decimo G.

IL PORTO DOVE TORNARE (Dedicato ai ragazzi dell’Isola che c’è)

Ecco un piccolo Omaggio di Paolo Morbidoni, sindaco di Giano dell’Umbria, ai nostri ragazzi del centro diurno L’Isola che c’è.

Foto

All’isola ci si può arrivare

attraversando il mare.
Cioè, non è una strada facile.
C’è l’abisso che abbiamo conosciuto,
sfidato e attraversato
con i nostri mezzi di fortuna.Non potevamo restare a galla a lungo,
aggrappati a legni precari.
Il mare a volte spaventa,
fa sentire soli.
E’ per questo che hanno inventato le isole.Per non lasciarci in balia delle nostre paure,
Per costringerci a condividere una terra con altri uomini,
per convincerci a custodirla con la cura che è necessaria.

L’isola c’è
e non è una nostra fantasia,
benché l’abbiamo a lungo sognata.
E’ terra ubertosa, miniera di materie prime:
la solidarietà, la bellezza, la fantasia.

Quanti frutti abbiamo raccoltoinsieme?
Voi che ci testimoniate
che si possono trasformare la terra, il filo, il legno, la carta, le parole
in manufatti che hanno l’anima.
E che ogni creazione è viva;
imperfetta solo perché umana.

Ci sorprende, a volte, quest’isola guardandola da fuori.
Ma non sorprende voi, che la popolate ogni giorno.

Speriamo di essere all’altezza delle vostre aspettative
e del vostro vivere essenziale,
che rende modesta ogni nostra inquietudine.

L’isola c’è
per chiunque attraversa il mare e si trova da solo.
Perché è uno specchio che aiuta a guardarsi dentro
e a cogliere ciò che è importante.

Non facciamoci spaventare dal tempo
che passa sopra le nostre vite, portando con se,
inevitabilmente, pagine nuove da scrivere.

Non siamo naufraghi, approdati per caso,
ma marinai che sull’isola hanno costruito un porto.
E i marinai, anche se il mare li conduce lontano,
il porto dove tornare non lo dimenticano più’.

Paolo Morbidoni

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: