Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘padre’

Un dono di Papa Francesco alla Cooperativa Il Cerchio

Un bellissimo Presepe donato dal Santo Padre è arrivato oggi in Cooperativa

Ha fatto il suo ingresso trionfale questa mattina, dopo che una delegazione della Cooperativa è passato a ritirarlo a Roma.

Di cosa stiamo parlando? Di un bellissimo presepe ambientato in un circo, con tanto di camion, tendoni ed attrezzature circensi.

Tra tutti questi dettagli ecco spuntare, dal tendone centrale la più classica delle Natività, completa di Bue ed Asinello.

Un regalo gradito, bello ed originale fattoci niente meno che dal Santo Padre in persona!

Papa Francesco infatti si è ricordato della Cooperativa Il Cerchio (abbiamo partecipato alla sua udienza del 19 Novembre scorso) ed ha deciso di donare questo Presepe come omaggio a tutti i bambini con cui siamo in contatto nel nostro lavoro di tutti i giorni.

Grande la gioia di tutta la Cooperativa, che ringrazia sentitamente il Santo Padre per il gentile pensiero.

Un grande ringraziamento al nostro Vescovo Renato, che si è fatto da tramite per l’organizzazione della splendida giornata passata insieme a Roma, senza il quale non sarebbe stato possibile vivere questa esperienza.

Marco Pennacchi

Annunci

Nutrire la Relazione

Sguardi, coccole, parole, gesti e altre strategie di educazione emotiva

Saranno la genitorialità e la relazione affettiva i temi al centro del convegno organizzato dalla Cooperativa Il Cerchio – in collaborazione con il comune di Spoleto – “Nutrire la relazione”.

Sabato 14 giugno, presso il Chiostro di San Nicolò, a Spoleto, si parlerà di sguardi, coccole, gesti e strategie, insomma di educazione emotiva con uno degli esperti più affermati a livello nazionale ed internazionale: il dottor Alberto Pellai. Pellai, medico psicoterapeuta dell’età evolutiva e ricercatore dell’Università degli Studi di Milano, terrà un intervento sulla relazione genitori-figli, svelando i “segreti” di questo rapporto che è in fondo il più creativo ed emozionale di tutta la vita.

Tra i relatori anche la dottoressa Carmen Foglia (Responsabile dei Servizi educativi scolastici e formativi del Comune di Spoleto).

Il convegno comincerà alle 8,45 con l’iscrizione dei partecipanti. Alle 11,45 è prevista una pausa caffè. A seguire il dibattito e la chiusura dei lavori.

Per i bambini presenti sarà disponibile uno spazio gioco dove alcune operatrici si occuperanno del loro divertimento.

Per maggiori informazioni contattare i numeri: 0743.221300 – 335.7418616

nutrire la relazione
 
Federica N. e Marta G.

Se un giorno mi vedrai vecchio…

Se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi… abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo.

Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose… non mi interrompere… ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finchè non ti addormentavi.

Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare… ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perchè non volevi fare il bagno.

Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l’abc; quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso… dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire… la cosa più importante non è quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li che mi ascolti.

Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi.

Quando dico che vorrei essere morto… non arrabbiarti, un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive.

Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po’ del tuo tempo, dammi un po’ della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te.

Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te.

Ti amo figlio mio.

 

Marco M.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: