Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘operatore’

Che spettacolo il teatro

Tante emozioni sul Palcoscenico

Il 27 c’è stata la prima del nostro spettacolo intitolato “Dolce/Salato, i colori a tavola“, seguite da altre due repliche, il 28 e il 29 Dicembre al Cantiere Oberdan. Questo spettacolo a me ha dato forti emozioni, perchè è stata la prima volta che mi sono trovata in scena. Il teatro mi fa avere dell,e belle sensazioni profonde.

Abbiamo iniziato con la lettura del bambino che non aveva fame, io che leggevo ho sentito una forte emozione… poi c’era Rebecca, l’operatore Donatella, Caterina, Demis e Roberto. Lo spettacolo è continuato con dei proverbi spoletini, che abbiamo detto dietro ad un grande tavolo apparecchiato.

La scena si è svolta all’interno di un ristorante, dove c’era un menù con un antipasto, primo, secondo e verdure. Il tutto condito da una bella scenografia, ideata da Franco e Cristiano. In una delle scene c’era anche la “maga” delle verdure che ho fatto proprio io. Mi sono divertita nel portare il vestito nero e nell’interpretare la parte. Ma anche quando ho interpretato la scena del viaggio insieme a Giacomo l’entusiasmo era alle stelle.

In questo spettacolo ho messo tanto impegno e buona volontà per avere un grande risultato. Recitando, sono riuscita a sfoderare la mia interiorità, sentendomi una vera attrice piena di serenità e felicità. Questa esperienza mi ha fatto vivere momenti felici ed indimenticabili con i miei amici.

Teatro-crop

Michela – Dal Giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.641

Annunci

Nuovi OSS in città

Sostenuti quest’oggi gli esami finali

L’operatore Socio-Sanitario (per gli amici OSS) è una figura di sostegno e di supporto, a metà tra l’Operatore Sociale e le professioni più sanitarie. Addetto sostanzialmente all’assistenza di base, le sue attività sono volte al soddisfacimento dei bisogni primari della persona ed a garantire il benessere psico fisico e sociale, ma anche come supporto per le piccole medicazioni.

Oggi, dopo un lungo corso di formazione, hanno svolto l’esame ed ottenuto la qualifica tra gli altri, anche numerosi operatori della Cooperativa.

Vogliamo fare le nostre congratulazioni a tutti i nuovi OSS!!

22196500_1502418253186281_773567176061272068_n

102 e… non sentirli

Tanti auguri Antonia

Antonia Santarelli è passata da un nuovo traguardo e ha tutta la stoffa per raggiungerne altri. Quando le chiedi quanti anni ha lei sicura risponde in un sol fiato: “cinquant’anni!!”. E questa è la ricetta che le ha permesso di arrivare fino a qui.

Gli operatori della Residenza Protetta di Via Falchi hanno intonato (parolona) un “tanti auguri”, ma anche se stonato, è stato cantato insieme agli altri utenti con tutto il cuore e tutto l’affetto che si merita.

Intorno a lei si sono stretti i suoi familiari e ha spento le candeline sopra una bellissima e buonissima torta preparata dalla nostra Gaia.

Centodue anni pieni di ricordi e di esperienze che una vita così lunga sicuramente racchiude. Antonia era evidentemente commossa e non smetteva di ringraziare tutti.

Ancora tanti auguri Antonia e arrivederci al prossimo anno!!

Silvia Cantù

Un dolce San Valentino

Ad Articolo 1 sboccia l’amore

Amore in tutte le sue forme: quello scherzoso, fraterno, vero, sincero.. Quello che ci fa ridere e ci fa sognare

San Valentino sta arrivando, ed insieme a lui… anche cupido lancia le sue frecce. Avrà fatto breccia nei cuori di operatori ed ospiti del Centro Diurno? Guardando il filmato… sembra proprio di sì.

Buon San Valentino a tutti!!!

Emanuela Rosati

Importanti interventi formativi per gli operatori della Cooperativa Il Cerchio

In corso cinque importanti interventi formativi al fine di qualificare e riqualificare i propri Operatori

Il ruolo che riveste la formazione è determinante per la costruzione, mantenimento e potenziamento di quella professionalità necessaria per lo svolgimento di ruoli complessi di chi quotidianamente è accanto a persone affette da autismo, persone anziane, disabili e bambini. Ed è proprio verso questi settori che la Cooperativa ha volute convogliare i propri investimenti, anche grazie a Fon.Coop – Fondo Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua delle imprese cooperative.

Filo conduttore di tutti gli eventi sono la condivisione con gli Enti, soprattutto ASL e Comune di Spoleto, attraverso i diversi uffici e servizi dedicati a cui la Cooperativa riconosce lo sforzo programmatorio che conferisce valore e qualità a tutti gli interventi formativi che andiamo a descrivere.

Un primo importante evento formativo è in essere in collaborazione con la ASL n. 2 dell’Umbria (Direzione Salute mentale e Servizio Formazione), che ne ha curato insieme alla Cooperativa, la progettazione e la programmazione, soprattutto per la parte relativa all’accreditamento ECM. Il Corso denominato “Gli antropologi su Marte” è destinato a formare Operatori in semi-residenzialità dedicata agli autismi (alto e basso funzionamento) in giovani adulti e oltre a fornire elementi importanti per accrescere competenze e conoscenze, intende dare nuovi spunti di riflessione sul tema dal punto di vista della diagnosi, della (ri)abilitazione e dei modelli di intervento.

Con il Patrocinio del Comune di Spoleto (come la formazione sull’autismo) è in atto un secondo corso dedicato ad Educatori che lavorano nei nidi a titolarità della Cooperativa e nei nidi a titolarità Comunale. Il Corso si tiene all’interno del Centro di documentazione Il guscio della chiocciola di Via martiri della Resistenza ed è articolato su tre moduli dal titolo la programmazione educativa (con la dott.ssa Moira Sannipoli), “la relazione fiduciaria come strumento per il coinvolgimento delle famiglie al Nido” (con la dott.ssa Donella Maggini) e” Il ruolo del nido come mezzo di accoglienza e integrazione famiglie multiculturali” (con la dott.ssa Lorenza Cipriani). Nell’ambito del Corso è previsto un “laboratorio aperto” anche alle famiglie dei bambini frequentanti i nidi e una visita al Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” di Reggio Emilia e dell’Atelier denominato Re Mida, dove il “riciclo” di materiali di scarto, prodotti non perfetti e oggetti senza valore rappresentano un mezzo pedagogico per la realizzazione di diverse attività all’interno di nidi e scuole di diverso ordine e grado. La visita è prevista per il 10 novembre p.v.

Ancora in collaborazione con il Servizio Disturbi dello sviluppo della ASL n. 2 di “Spoleto Foligno e Valnerina” è in cantiere un percorso teorico-pratico per gli Operatori coinvolti nei Laboratori abilitativi negli apprendimenti. Il percorso formativo sarà articolato in tre moduli. Il primo modulo introdurrà conoscenze di base sullo sviluppo (dalla seconda infanzia all’adolescenza) e sui percorsi tipici e atipici di apprendimento. Il secondo modulo, alternerà momenti di didattica frontale in cui si descriveranno interventi volti a favorire l’acquisizione e il potenziamento di funzioni-target, e laboratori dove i partecipanti potranno costruire attività e riflettere sulle forme di conduzione. Il terzo modulo, infine, stimolerà la discussione sulle modalità più efficaci per gestire i laboratori e, in particolare, tenendo conto delle differenti fasce di età e delle diverse problematiche, sul ruolo che le strategie discorsive hanno nel sostenere gli apprendimenti. Docenti del Corso saranno Neuropsichiatri infantili, logopedisti e fisioterapisti.

Infini due corsi: uno su “l’Utilizzo corretto di prodotti e materiali per le pulizie nei servizi” e l’altro sulla “domiciliarità a favore di Anziani e disabili”. Il primo offre metodologie corrette sull’uso consapevole dei prodotti professionali per le pulizie soprattutto utilizzati negli asili nido e nelle strutture per anziani e disabili, con particolare riferimento di quelli a bassissimo impatto ambientale (Ecolabel) e con oculatissimo uso di acqua. Il secondo offre importanti input inerenti il delicato lavoro degli Operatori all’interno delle abitazioni con persone non autosufficienti. Il Corso è articolato sui temi dell’etica, sulle tecniche relazionali e sulla capacità di risposta professionalmente adeguata rispetto alla richiesta di “cura” intesa nell’accezione più ampia del termine.

Alcune lezioni del Corso sull’Autismo, come già successo con il Seminario sulla Sindrome di Asperger, con il Dott. Moscone saranno aperte al pubblico interessato. È in programma sempre su questo versante un intervento pubblico del Prof. Luigi Mazzone, neuropsichiatra infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, che presenterà il suo libro “Un Autistico In Famiglia” (edito da Mondadori). I dettagli dell’evento saranno comunicati già nei prossimi giorni.


DEPLIANT AUTISMO DEFINITIVO

DEPLIANT AUTISMO DEFINITIVO2

Il Responsabile della Formazione della Cooperativa Il Cerchio

Costantino Cacciamani

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: