Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘libro’

Una prefazione “d’autore” per il libro dei ragazzi de L’Isola che c’è

Un grande artista ha invitato i nostri ragazzi per un incontrarli e parlare con loro

Mogol, il maestro canzoniere che insieme a Lucio Battisti in un sodalizio vincente ha dominato il panorama musicale italiano degli anni ’70, ha voluto dedicare qualche parola ai nostri ragazzi de L’Isola che c’è, componendo la prefazione del libro “Buongiorno Mondo”. Il libro consiste nel racconto delle puntate di Radio Isola Web, la web radio più stravagante che ci sia gestita dagli stessi ragazzi, che tratta ogni argomento di attualità a 360°, analizzando ogni dettaglio e con il personalissimo commento dei nostri Dj. In ogni puntata non mancano comici siparietti e momenti culturali.

Il Maestro Mogol, dopo aver scritto la prefazione del libro, ha voluto fare un ulteriore regalo ai nostri ragazzi: li ha invitati nella propria tenuta nel ternano, per conoscerli di persona e passare una giornata in loro compagnia.

L’emozione di ricevere tale invito è stata enorme e non vediamo l’ora di poter conoscere il Maestro di persona, parlare con lui e ringraziarlo per il bellissimo pensiero.

Vi terremo aggiornati con tantissime foto!!!

Vi ricordiamo che è possibile avere il libro con una piccola donazione, contattando il numero 0743221300 o inviando una mail all’indirizzo cooperativa@ilcerchio.net

Annunci

Buongiorno Mondo

Un libro che racconta il progetto “Radio Isola Web”

Un giorno uno di noi disse:”ragazzi sapete cosa ho visto ieri sera…?”

…e fu così che venne l’autunno, era novembre quando trasmettemmo la prima puntata di radioisolaweb. Da quel momento in poi le nostre idee scorrevano come un torrente impetuoso.Abbiamo provato emozioni contrastanti, tra la paura di non riuscire e l’eccitazione di metterci alla prova.

In quest’avventura ci siamo confrontati, e allo stesso tempo ognuno di noi ha scavato dentro se stesso mettendosi in gioco e affrontando tematiche delicate come la sessualità, l’amore, l’amicizia e la disabilità; temi questi che per alcuni di noi rappresentavano dei veri e propri tabù.

L’obiettivo di questo libro è quello di farvi conoscere un po’ meglio quella che è la nostra realtà di tutti i giorni con un unico filo conduttore…vivere la nostra disabilità con normalità e non come diversità.

Con un piccolo contributo volontario consigliato di € 10,00 potrete avere il libro con il racconto di Radio Isola Web!

Contatta il numero 0743.221300 o manda una mail all’indirizzo cooperativa@ilcerchio.net per prenotare la tua copia!

I Ragazzi dell’Isola che c’è

Fiabe Migranti – Estratto

Un piccolo estratto del libro scritto e presentato dai ragazzi Richiedenti Asilo (Prima Parte)

I ragazzi migranti, che fanno parte del progetto SPRAR (Servizio di Protezione, Richiesta Asilo e Rifugiati) hanno scritto e presentato un libro di fiabe alla manifestazione “Paese delle Fiabe” svolta lo scorso mese nel Comune di Castel Ritaldi, che avevamo raccontato in questo articolo.

Ecco un piccolo estratto (Prima Parte):

Le due gobbe – Favola Senegalese

C’era una volta un uomo che si chiamava Momar ed era sposato con una donna di nome Kari. Kari aveva un difetto: una piccola gobba sulla schiena. Bastava che indossasse vestiti un po’ larghi per mascherare la gobba, ma Kari ne faceva una tragedia, tanto che non voleva neppure più uscire di casa per paura che la gente puntasse gli occhi sul suo insignificante difetto.


Il figlio di Allah – Favola senegalese

-Io racconto.
-Noi ascoltiamo
-C’era una volta…
-Quando è successo, c’eri?
In tempi molto lontani, quando gli animali parlavano con gli uomini, c’era una donna malvagia che aveva quattro figli e abitava con loro ai margini della foresta.
Il primo figlio si chiamava Jamloro, il secondo Biraama, il terzo Ndaama e il quarto, che era piccolo piccolo, Toni. La madre amava i primi tre, ma l’ultimo lo odiava, anche se era buono, allegro e gentile.


Dinkidanko: la fiaba del serpente giallo – Fiaba proveniente dalla regione della Casamance (Senegal)

C’era una volta, in una zona sperduta della foresta della Casamance, un villaggio che viveva minacciato da un grande serpente giallo chiamato:DINKIDANKO. Questo serpente era il più grande mai visto ed era molto pericoloso, aveva sulla testa due lunghe corna ed ovunque passasse distruggeva raccolti e terrorizzava grandi e bambini. Un giorno gli abitanti, stanchi di vivere con questo costante timore, andarono dal Re del villaggio, e gli dissero che bisognava assolutamente reagire e cacciare il serpente che continuava a saccheggiare i loro raccolti.


Storia del re che avrebbe visto il paradiso – Storia dei Pathan, un gruppo etnico-linguistico che abita prevalentemente l’Afghanistan orientale e meridionale e il Pakistan occidentale, nella regione del Pashtunistan.

C’era una volta un re il quale, un giorno in cui stava cacciando, giunse presso un fachiro in un luogo solitario tra le montagne. Il fachiro era seduto su un vecchio telaio del letto a leggere il Corano, con una cappa rattoppata gettata sulle spalle. Il re gli chiese che cosa stesse leggendo; lui rispose che stava leggendo del paradiso e pregando che potesse essere degno di entrarvi. Allora il re chiese al fachiro se potesse mostrargli uno scorcio di paradiso.

copertina libro-01-01 (1)

Sami Paolini

Fiabe Migranti

I ragazzi del progetto SPRAR hanno scritto e presentato un libro di favole

“Fiabe migranti” è un’idea nata all’interno dei corsi di lingua italiana del progetto Sprar di Spoleto e Castel Ritaldi come mezzo di scambio culturale tra persone di diverse etnie e non solo di studio della lingua. Si è sviluppata durante i mesi primaverili ed estivi di questo anno attraverso il racconto e la scrittura di fiabe e favole dei vari paesi nei quali i beneficiari sono nati. Il lavoro fatto nelle classi si è poi concluso con la raccolta delle suddette in un piccolo libro. Per completare e impreziosire il tutto sono stati inseriti alcuni disegni dipinti da altri beneficiari dopo una lettura di gruppo.

Per la diffusione e la conoscenza di questo progetto, domenica 17 settembre, gli insegnanti Sami Paolini e Alessandra De Feudis, insieme a operatori e beneficiari del progetto Sprar, hanno presentato il libro all’interno della manifestazione “Il paese delle fiabe”, promossa dall’Amministrazione comunale di Castel Ritaldi presente all’evento nelle persone del vice-Sindaco Sante Mesca e dell’Assessore Tamara Martini.

Il libro è stato dedicato alla memoria di Aura di Tommaso, Assessore alla Cultura e al Sociale e poi Vice Sindaco, nonché ideatrice della manifestazione “Il paese delle fiabe”, una donna che nella sua vita ha sempre contribuito alla crescita culturale del paese che se fosse ancora viva avrebbe con grande entusiasmo sostenuto il progetto Sprar e tutti gli eventi come questo.

Sami Paolini

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “DAL MANGANELLO NERO ALLA MATITA TRICOLORE – GUALDO TADINO TESTIMONIANZA DI UNA REALTÀ ITALIANA”

“Dal manganello nero alla matita tricolore – Gualdo Tadino testimonianza di una realtà italiana”, è questo il titolo del libro che sarà presentato giovedì 1 settembre alle 20,30 al Parco del Mondo.  Libro che ripercorre il periodo che va dall’avvento del Fascismo al referendum istituzionale del 2 giugno 1946 ed è stato scritto dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale del Comune di Gualdo Tadino Cristina Bianconi e Federico Rughi con la collaborazione di Francesco Rughi.

“Noi volontari del Servizio civile Nazionale – hanno dichiarato gli autori -, consapevoli che l’attuale momento storico è profondamente segnato dalla crisi economica e sociale, abbiamo ritenuto importante proporre e attuare progetti per ‘sostenere e produrre cambiamento’. Ci siamo misurati con una grande meta da raggiungere: coinvolgere le giovani generazioni nella difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti. Avvicinarli alla storia italiana, alla storia della nostra Repubblica”.

Il libro racconta il periodo storico-politico antecedente al referendum del 2 giugno 1946 attraverso le testimonianze di uomini e donne che l’hanno vissuto, per fare da ponte tra le nuove e le vecchie generazioni, approfondendo anche la storia locale, in particolare quella di Gualdo Tadino.

La presentazione del libro sarà occasione di confronto e dibattito, ma anche di conoscenza e memoria.

L’appuntamento è giovedì 1 settembre alle 20,30 al Parco del Mondo, presso il parco Chico Mendes, in via Martiri della Resistenza 1 a Spoleto.

Manganellonero

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: