Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘libro’

Le imprese sociali tra mercato e comunità

Percorsi di innovazione per lo Sviluppo Locale

Affronteremo il tema del futuro delle imprese sociali, legate fortemente anche al contesto economico locale e non, delineatosi nel nostro paese negli anni della crisi.

In questo nuovo scenario, come agiscono le cooperative sociali? Quali strategie adottano? Con quali prodotti e servizi rispondono ai nuovi bisogni? Che rapporto hanno con il mercato e la finanza? E quali relazioni costruiscono nei territori e nelle comunità locali?

Ne parleremo con gli autori del libro “Le imprese sociali tra mecato e comunità – Percorsi di innovazione per lo Sviluppo Locale”, Andrea Bernardoni ed Antonio Picciotti, in un incontro/dibattitto moderato da Patrizia Arbato (Ministero della Giustizia Minorile).

Vi aspettiamo numerosi giovedì 31 maggio alle ore 18.30 a Spoleto, in Piazza della Vittoria n.5, presso la sede del Dopo di Noi

Presentazione Libro

Annunci

Viva i libri

Festeggiamo la giornata mondiale del libro a MilleCose

Oggi, 23 aprile, è la giornata mondiale del libro, un evento patrocinato dall’Unesco per promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri. L’obiettivo di questa giornata è incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e valorizzare il contributo che gli autori forniscono al progresso sociale e culturale dell’umanità.

Potevamo noi di Leggolandia rimanere indifferenti? Oggi abbiamo deciso di “sbizzarrirci” con la lettura libera dei libri e delle favole più avvincenti del mondo! I ragazzi hanno scelto i libri da leggere e ci siamo completamente immersi in mondi a volte fantastici, altri piuttosto realistici ma comunque tutti avventurosi.

Leggere ci piace tantissimo e, facendolo tutti insieme, ci permette di vivere delle avventure fantastiche insieme ai nostri amici, compagni di ogni giorno. Inoltre possiamo sviluppare la nostra conoscenza e la nostra fantasia.

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro

(Umberto Eco)

54f01009-66e1-438e-affe-5fe6b5d8fd84

Se ci credi i sogni possono diventare realtà

I ragazzi di Radio Isola Web hanno incontrato il Maestro Mogol

Mercoledì 24 Gennaio noi ragazzi di Radio Isola Web abbiamo avuto il privilegio di essere ospiti del più grande paroliere italiano degli ultimi anni: il Maestro Giulio Rapetti in arte Mogol.

L’invito è dovuto al nostro libro “Buongiorno Mondo” dove Mogol ci ha onorato scrivendo la prefazione. Quindi abbiamo pensato di approfittare dell’occasione e consegnare di persona una copia del libro al Maestro.

Alla partenza dall’Isola eravamo tutti euforici perchè ci eravamo preparati tante domande da fare a Mogol come dei veri e propri dj professionisti. All’arrivo, alla “Tenuta dei Ciclamini”, anche sede di una scuola di musica e di uno studio di registrazione, nonchè dimora del Maestro da ormai molti anni, abbiamo trovato ad accoglierci nel migliore dei modi Daniela, moglie e manager di Mogol e tutto lo staff che lavora con loro.

A quel punto l’emozione ha preso il sopravvento e tutte le domande preparate hanno lasciato spazio all’improvvisazione. Il “signor Giulio”, come tutti lo chiamano, ci ha messo subito a nostro agio e ne è venuta fuori una bella chiacchierata e un bel confronto dove ci ha incoraggiato a continuare il nostro percorso perchè, come dice lui, attraverso la radio abbiamo la possibilità di esprimere le nostre emozioni.

Questa giornata si è conclusa con un pranzo speciale in compagnia di un’icona della musica italiana che con noi è stata gentile e molto disponibile.

La nostra radio è partita come una scommessa e quando noi Dj ci siamo guardati in faccia a casa di Mogol abbiamo provato tanta soddisfazione e voglia di andare avanti.

Dal Giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.644

Una prefazione “d’autore” per il libro dei ragazzi de L’Isola che c’è

Un grande artista ha invitato i nostri ragazzi per un incontrarli e parlare con loro

Mogol, il maestro canzoniere che insieme a Lucio Battisti in un sodalizio vincente ha dominato il panorama musicale italiano degli anni ’70, ha voluto dedicare qualche parola ai nostri ragazzi de L’Isola che c’è, componendo la prefazione del libro “Buongiorno Mondo”. Il libro consiste nel racconto delle puntate di Radio Isola Web, la web radio più stravagante che ci sia gestita dagli stessi ragazzi, che tratta ogni argomento di attualità a 360°, analizzando ogni dettaglio e con il personalissimo commento dei nostri Dj. In ogni puntata non mancano comici siparietti e momenti culturali.

Il Maestro Mogol, dopo aver scritto la prefazione del libro, ha voluto fare un ulteriore regalo ai nostri ragazzi: li ha invitati nella propria tenuta nel ternano, per conoscerli di persona e passare una giornata in loro compagnia.

L’emozione di ricevere tale invito è stata enorme e non vediamo l’ora di poter conoscere il Maestro di persona, parlare con lui e ringraziarlo per il bellissimo pensiero.

Vi terremo aggiornati con tantissime foto!!!

Vi ricordiamo che è possibile avere il libro con una piccola donazione, contattando il numero 0743221300 o inviando una mail all’indirizzo cooperativa@ilcerchio.net

Buongiorno Mondo

Un libro che racconta il progetto “Radio Isola Web”

Un giorno uno di noi disse:”ragazzi sapete cosa ho visto ieri sera…?”

…e fu così che venne l’autunno, era novembre quando trasmettemmo la prima puntata di radioisolaweb. Da quel momento in poi le nostre idee scorrevano come un torrente impetuoso.Abbiamo provato emozioni contrastanti, tra la paura di non riuscire e l’eccitazione di metterci alla prova.

In quest’avventura ci siamo confrontati, e allo stesso tempo ognuno di noi ha scavato dentro se stesso mettendosi in gioco e affrontando tematiche delicate come la sessualità, l’amore, l’amicizia e la disabilità; temi questi che per alcuni di noi rappresentavano dei veri e propri tabù.

L’obiettivo di questo libro è quello di farvi conoscere un po’ meglio quella che è la nostra realtà di tutti i giorni con un unico filo conduttore…vivere la nostra disabilità con normalità e non come diversità.

Con un piccolo contributo volontario consigliato di € 10,00 potrete avere il libro con il racconto di Radio Isola Web!

Contatta il numero 0743.221300 o manda una mail all’indirizzo cooperativa@ilcerchio.net per prenotare la tua copia!

I Ragazzi dell’Isola che c’è

Fiabe Migranti – Estratto

Un piccolo estratto del libro scritto e presentato dai ragazzi Richiedenti Asilo (Prima Parte)

I ragazzi migranti, che fanno parte del progetto SPRAR (Servizio di Protezione, Richiesta Asilo e Rifugiati) hanno scritto e presentato un libro di fiabe alla manifestazione “Paese delle Fiabe” svolta lo scorso mese nel Comune di Castel Ritaldi, che avevamo raccontato in questo articolo.

Ecco un piccolo estratto (Prima Parte):

Le due gobbe – Favola Senegalese

C’era una volta un uomo che si chiamava Momar ed era sposato con una donna di nome Kari. Kari aveva un difetto: una piccola gobba sulla schiena. Bastava che indossasse vestiti un po’ larghi per mascherare la gobba, ma Kari ne faceva una tragedia, tanto che non voleva neppure più uscire di casa per paura che la gente puntasse gli occhi sul suo insignificante difetto.


Il figlio di Allah – Favola senegalese

-Io racconto.
-Noi ascoltiamo
-C’era una volta…
-Quando è successo, c’eri?
In tempi molto lontani, quando gli animali parlavano con gli uomini, c’era una donna malvagia che aveva quattro figli e abitava con loro ai margini della foresta.
Il primo figlio si chiamava Jamloro, il secondo Biraama, il terzo Ndaama e il quarto, che era piccolo piccolo, Toni. La madre amava i primi tre, ma l’ultimo lo odiava, anche se era buono, allegro e gentile.


Dinkidanko: la fiaba del serpente giallo – Fiaba proveniente dalla regione della Casamance (Senegal)

C’era una volta, in una zona sperduta della foresta della Casamance, un villaggio che viveva minacciato da un grande serpente giallo chiamato:DINKIDANKO. Questo serpente era il più grande mai visto ed era molto pericoloso, aveva sulla testa due lunghe corna ed ovunque passasse distruggeva raccolti e terrorizzava grandi e bambini. Un giorno gli abitanti, stanchi di vivere con questo costante timore, andarono dal Re del villaggio, e gli dissero che bisognava assolutamente reagire e cacciare il serpente che continuava a saccheggiare i loro raccolti.


Storia del re che avrebbe visto il paradiso – Storia dei Pathan, un gruppo etnico-linguistico che abita prevalentemente l’Afghanistan orientale e meridionale e il Pakistan occidentale, nella regione del Pashtunistan.

C’era una volta un re il quale, un giorno in cui stava cacciando, giunse presso un fachiro in un luogo solitario tra le montagne. Il fachiro era seduto su un vecchio telaio del letto a leggere il Corano, con una cappa rattoppata gettata sulle spalle. Il re gli chiese che cosa stesse leggendo; lui rispose che stava leggendo del paradiso e pregando che potesse essere degno di entrarvi. Allora il re chiese al fachiro se potesse mostrargli uno scorcio di paradiso.

copertina libro-01-01 (1)

Sami Paolini

Fiabe Migranti

I ragazzi del progetto SPRAR hanno scritto e presentato un libro di favole

“Fiabe migranti” è un’idea nata all’interno dei corsi di lingua italiana del progetto Sprar di Spoleto e Castel Ritaldi come mezzo di scambio culturale tra persone di diverse etnie e non solo di studio della lingua. Si è sviluppata durante i mesi primaverili ed estivi di questo anno attraverso il racconto e la scrittura di fiabe e favole dei vari paesi nei quali i beneficiari sono nati. Il lavoro fatto nelle classi si è poi concluso con la raccolta delle suddette in un piccolo libro. Per completare e impreziosire il tutto sono stati inseriti alcuni disegni dipinti da altri beneficiari dopo una lettura di gruppo.

Per la diffusione e la conoscenza di questo progetto, domenica 17 settembre, gli insegnanti Sami Paolini e Alessandra De Feudis, insieme a operatori e beneficiari del progetto Sprar, hanno presentato il libro all’interno della manifestazione “Il paese delle fiabe”, promossa dall’Amministrazione comunale di Castel Ritaldi presente all’evento nelle persone del vice-Sindaco Sante Mesca e dell’Assessore Tamara Martini.

Il libro è stato dedicato alla memoria di Aura di Tommaso, Assessore alla Cultura e al Sociale e poi Vice Sindaco, nonché ideatrice della manifestazione “Il paese delle fiabe”, una donna che nella sua vita ha sempre contribuito alla crescita culturale del paese che se fosse ancora viva avrebbe con grande entusiasmo sostenuto il progetto Sprar e tutti gli eventi come questo.

Sami Paolini

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: