Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘le ville’

M’Illumino di meno 2018

La Cooperativa Il Cerchio ha aderito all’iniziativa

Luci spente e tanti passi fatti a piedi. La Cooperativa Il Cerchio ha aderito all’iniziativa promossa da Radio2 “M’Illumino di Meno“, che consiste in un gesto simbolico e concreto – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità. Il Leitmotiv di quest’anno è stato spegnere le luci e andare a piedi.

I vari servizi della Cooperativa hanno aderito all’iniziativa, con grande soddisfazione e partecipazione sia dei lavoratori che degli ospiti, i quali hanno vissuto qualche ora in un’atmosfera diversa, consapevoli di far parte di un qualcosa di più grande. Per qualche ora si sono spente alcune luci non indispensabili e, in qualche caso, è stata anche l’occasione per una romantica cena a lume di candela. Guardare per credere

amministrazione

Uffici amministrativi

articolo 1

Centro Diurno Articolo Uno

case famiglia

Case Famiglia

Il Bruco

Asilo Nido Il Bruco

Le ville

Le Ville

Residenza Protetta

Residenza Protetta “Il Cerchio”

Millecose

Centro Diurno Millecose

Sacro cuore.jpg

Gruppo Appartamento Sacro Cuore

Annunci

Raccolta fondi 2018

Campagna in favore del Dopo di Noi

Anche per l’anno 2018 riparte la Raccolta Fondi al sostegno del Dopo di Noi. Il progetto, già iniziato nel 2017 con la precedente raccolta fondi, prosegue anche per l’anno in corso, in quanto si sono presentate difficoltà legate al terremoto ed anche dovute ai tempi tecnici di realizzazione.

I fondi così raccolti saranno utilizzati per la ristrutturazione e l’ampliamento dell’immobile adiacente a quello in Piazza della Vittoria a Spoleto. Il nostro progetto è molto ambizioso, ma sarà grande il vantaggio degli ospiti del Dopo di Noi che potranno usufruirne.

Grazie alla solidarietà di tutti coloro che vorranno contribuire sarà possibile offrire ai ragazzi non solo supporti e attività migliorative per il servizio, ma permetterà anche azioni che andranno a migliorare la qualità della vita di ciascuno di loro.

Logo Raccolta Fondi 2018

Carnival Party – Le foto

Grande festa della Cooperativa Il Cerchio

Pirati, principi azzurri, principesse, personaggi dalla grande muraglia cinese, del passato, del futuro, dei fumetti… Tutto questo è stata la Grande festa in maschera, organizzata dalla Cooperativa Il Cerchio come evento di raccolta fondi in favore del Dopo di Noi “Le Ville” di Spoleto che ospita ragazzi disabili adulti.

Il Lab420 si è riempito di maschere, che hanno ballato a ritmo di musica a partire dalle ore 21.30. Potremmo raccontarvi per filo e per segno la serata ma… preferiamo far parlare le immagini!

Desideriamo ringraziare tutti coloro i quali hanno partecipato, dando un prezioso contributo alle attività del Dopo di Noi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tre Cowboys sono arrivati in città

Un sabato pomeriggio alternativo a Le Ville

Dalla strada arrivano voci e musica, ci affacciamo e vediamo tante maschere colorate… e ci assale una gran voglia di uscire! Ci ricordiamo della collezione di cappelli stile “Far West”, le camice quadrettoni di Patrizio e Antonio e allora… in 10 minuti il salone si trasforma nel set di “Per un pugno di dollari”.

Tre Cowboys armati di cinturone e “pelliccione di vitella” (almeno così dice la nostra Carla) degni del miglior film di Clint Eastwood, sono pronti per buttarsi nella mischia polverosa della strada… perchè se ci credi, tutto è possibile!

0642d04b-bdae-4123-86c2-b23297815455.jpg

E’ questo un piccolo grande amore

Lo spettacolo è andato in scena la scorsa settimana al Cantiere Oberdan

La settimana scorsa è andato in scena lo spetacolo realizzato dalla compagnia degli “Instabili” al Cantiere Oberdan. Abbiamo provato a tirare le somme di questi splendidi 4 giorni:

E’ questo un piccolo grande amore è giunto al termine, ma prima dei doverosi ringraziamenti va fatta qualche premessa sul tema dello spettacolo.

Il soggetto principale è stato coraggioso e Silviano Ragni lo ha trattato, scrivendo i testi, con il massimo rispetto e con quella geniale comicità che si, ti crea una risata, ma allo stesso tempo ti regala qualche spunto di riflessione. L’amore e la disabilità, l’amore e l’anzianità: un connubio che la maggior parte di noi non riesce a cogliere essendo abituati troppo spesso ad accettare solo quello che conosciamo, ciò che è preconfezionato e quindi accettato dalla società.

Non volevamo essere supponenti perché lavoriamo nel sociale, anzi durante lo spettacolo qualche stoccata agli “operatori” è stata fatta, come giusto che sia. A volte non ci pensiamo, banalizzando o lasciando perdere, ma l’amore vive in ognuno di noi, anche nell’assistito che abbiamo di fronte. Parlarne purtroppo è quasi un tabù, come ci hanno confermato alcuni genitori di ragazzi/e con handicap che erano presenti per la commedia, e quindi è giunta l’ora di porsi dei quesiti e trovare le dovute “soluzioni”. Chiaro che non è assolutamente facile, ma si sa che l’amore ha mille sfaccettature, e tutte vanno accettate e affrontate nel migliore dei modi.

Ed ora i dovuti ringraziamenti! Come prassi il primo grazie va agli oltre 200 spettatori che in 4 serate hanno riempito il Cantiere Oberdan: le loro parole e abbracci dopo l’ultimo applauso sono state un toccasana per l’animo e il cuore. Grazie ad Elisa Capocci e Paolo Pannaccio per la loro professionalità e per aver esaudito ogni nostra richiesta. Grazie ai miei compagni di viaggio Giuseppina Bisaccioni, Rosella Proietti, Enrico Ricciarelli, Maria Luisa Fogliani, Alessia Mosca Proietti, Massimiliano Caporaletti e Silviano Ragni per aver dato il massimo. Henry Ford diceva: “ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, ma riuscire a lavorare insieme è un successo”, ed il nostro lo è stato veramente!

22552786_10213608213062311_7983023297536458595_n

Samuele Bonanni

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: