Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘lavorazione’

L’Isola che c’è

Centro Diurno Socio-Riabilitativo ed Educativo

Il Centro Socio-riabilitativo ed educativo diurno “l’Isola che c’è” è un servizio di accoglienza diurna a carattere socio-riabilitativo ed educativo con percorsi riabilitativi a termine, destinato a disabili gravi in età adulta che hanno assolto l’obbligo scolastico.

Situato al piano terra all’interno dell’immobile di proprietà della Cooperativa Il Cerchio nel Comune di Giano dell’Umbria, ha le funzioni di offrire un servizio mirato al recupero, allo sviluppo o mantenimento di funzioni adattive perdute o non ancora strutturate, di autonomie funzionali e sociali, con progetti individuali programmati a medio e lungo termine, finalizzati anche alla restrizione della partecipazione alla vita sociale.

Il servizio, attraverso l’attività diurna di Operatori con competenze sia tecniche che relazionali, accompagna gli utenti in percorsi di socializzazione, integrazione ed anche (laddove possibile) di autonomia lavorativa. Tramite numerose attività (lavoro con legno, paste modellabili, tessuti e filati, etc.) contribuisce a mantenere vive le abilità dell’utenza anche laddove risultino residue. Mira inoltre a facilitare l’acquisizione di regole condivise, senso del dovere, rispetto per gli altri, rispetto degli orari e dei materiali del laboratorio e, come scopo principale, di far divenire il soggetto parte attiva del gruppo. È un luogo aperto che stimola l’interscambio tra il gruppo ed il contesto sociale anche attraverso attività ricreative come uscite, gite e soggiorni. Si propone di dare alle persone del territorio con disabilità, interventi assistenziali in grado favorire attività commisurate alle potenzialità di ciascuno.

L’organizzazione dei laboratori vuole cogliere sempre l’interesse degli utenti e il confronto con il territorio. L’attenzione all’igiene personale, alla verifica e sviluppo di piccole autonomie, il pranzo insieme, la programmazione di uscite e la possibilità di svolgere dei piccoli soggiorni rappresentano una modalità di gestione dei Centri focalizzata alla persona come portatore di una dignità umana imprescindibile.

Fondamentale è costruire con la città una rete collaborativa per lo sviluppo di attività, laboratori, processi di socializzazione e prodotti culturali. L’Isola collabora attivamente con le Associazioni del territorio, con le scuole, il Comune di Giano dell’Umbria e la Usl locale. Garantisce sostegno alla famiglia, per alleviare l’impegnativo carico assistenziale attraverso l’accoglienza giornaliera, con articolazione oraria strutturata sull’intera settimana in base ad una programmazione formalizzata e strutturata.

L'isola che c'è di Giano ver3.0.pub1L'isola che c'è di Giano ver3.0.pub2

Annunci

Visita al museo della Canapa

Uscita dei Ragazzi dei Centri Diurni a Sant’Anatolia

Giovedì 21 Settembre, insieme agli operatori ed ai ragazzi dei Centri Diurni Articolo 1, Millecose e Bim Bum Bam, ho partecipato alla visita guidata al Museo della Canapa di Sant’Anatolia di Narco, organizzata dal CAI di Spoleto. Siamo partiti alle 9.00 in punto dal parcheggio del supermercato EMI e ci siamo recati con due pulmini presso Sant’Anatolia. Arrivati al museo abbiamo visto un filmato in venivano illustrate le diverse fasi di lavorazione della canapa, da quando viene coltivata e tagliata fino alla realizzazione dei tessuti. Finito il filmato abbiamo visitato il mondo tessile dove sono custoditi molti tipi di telai. A mezzogiorno siamo scesi a pranzo presso la Macelleria Ripanti e abbiamo mangiato tanta buona carne.

Questa esperienza mi è piaciuta moltissimo, in quanto ho potuto conoscere mestieri ed arti molto antiche.

Sandro B. (dal Giornalino Non Solo Fra di Noi n.629)

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: