Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘instabili’

Gli Instabili stanno tornando!

La compagnia prepara il suo nuovo spettacolo

La compagnia degli Instabili è pronta al ritorno in scena, con un nuovo entusiasmante spettacolo. Ancora nessuna indiscrezione sul nuovo copione, né sulle tematiche che saranno trattate. Di certo c’è che sarà come sempre uno spettacolo attuale, coinvolgente e soprattutto divertente, che regalerà una serata piena di sorrisi e perchè no, anche qualche spunto di riflessione.

Lo spettacolo sarà parte integrante della campagna di fundraising della Cooperativa Il Cerchio in favore del “Dopo di Noi” di Spoleto.

In attesa di saperne di più siamo riusciti a “carpire” poche foto delle prove che con la consueta dedizione e passione si stanno susseguendo.

Non resta che augurare agli Instabili un buon lavoro!

Annunci

E’ questo un piccolo grande amore

Lo spettacolo è andato in scena la scorsa settimana al Cantiere Oberdan

La settimana scorsa è andato in scena lo spetacolo realizzato dalla compagnia degli “Instabili” al Cantiere Oberdan. Abbiamo provato a tirare le somme di questi splendidi 4 giorni:

E’ questo un piccolo grande amore è giunto al termine, ma prima dei doverosi ringraziamenti va fatta qualche premessa sul tema dello spettacolo.

Il soggetto principale è stato coraggioso e Silviano Ragni lo ha trattato, scrivendo i testi, con il massimo rispetto e con quella geniale comicità che si, ti crea una risata, ma allo stesso tempo ti regala qualche spunto di riflessione. L’amore e la disabilità, l’amore e l’anzianità: un connubio che la maggior parte di noi non riesce a cogliere essendo abituati troppo spesso ad accettare solo quello che conosciamo, ciò che è preconfezionato e quindi accettato dalla società.

Non volevamo essere supponenti perché lavoriamo nel sociale, anzi durante lo spettacolo qualche stoccata agli “operatori” è stata fatta, come giusto che sia. A volte non ci pensiamo, banalizzando o lasciando perdere, ma l’amore vive in ognuno di noi, anche nell’assistito che abbiamo di fronte. Parlarne purtroppo è quasi un tabù, come ci hanno confermato alcuni genitori di ragazzi/e con handicap che erano presenti per la commedia, e quindi è giunta l’ora di porsi dei quesiti e trovare le dovute “soluzioni”. Chiaro che non è assolutamente facile, ma si sa che l’amore ha mille sfaccettature, e tutte vanno accettate e affrontate nel migliore dei modi.

Ed ora i dovuti ringraziamenti! Come prassi il primo grazie va agli oltre 200 spettatori che in 4 serate hanno riempito il Cantiere Oberdan: le loro parole e abbracci dopo l’ultimo applauso sono state un toccasana per l’animo e il cuore. Grazie ad Elisa Capocci e Paolo Pannaccio per la loro professionalità e per aver esaudito ogni nostra richiesta. Grazie ai miei compagni di viaggio Giuseppina Bisaccioni, Rosella Proietti, Enrico Ricciarelli, Maria Luisa Fogliani, Alessia Mosca Proietti, Massimiliano Caporaletti e Silviano Ragni per aver dato il massimo. Henry Ford diceva: “ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, ma riuscire a lavorare insieme è un successo”, ed il nostro lo è stato veramente!

22552786_10213608213062311_7983023297536458595_n

Samuele Bonanni

E’ questo un piccolo grande amore

Torna in scena la compagnia de Gli Instabili

Risate e tanto divertimento, ma anche serie considerazioni. E’ questo ciò che promette la Compagnia de “Gli Instabili”, composta da operatori della Cooperativa Il Cerchio, che torna sul palcoscenico con una nuova e frizzante commedia. Questa volta la compagnia ci accompagnerà in un viaggio nel mondo degli amori “diversi” attraverso tante risate ma anche importanti spunti di riflessione. Cosa vuol dire amare? A questa spinosa ed eterna domanda cercheranno di rispondere i personaggi dello spettacolo, ognuno con la propria, personalissima visione della vita, che non mancherà di stupirvi.

Lo spettacolo è la terza fatica di Silviano Ragni che, dopo i successi di “L’Amore è cieco ma…” e “Ce semo magnati la pigna con tutta la colla“, torna alla ribalta con la commedia “E’ questo un piccolo grande amore“, accompagnato alla direzione da Giuseppina Bisaccioni e con un cast in parte rinnovato, con i nuovi inserimenti Caporaletti Massimiliano, Proietti Rosella, Enrico Ricciarelli, M. Luisa Fogliani e Alessia Proietti Mosca ed il sempre presente Samuele Bonanni.

L’evento è inserito all’itnerno della raccolta fondi della Cooperativa Il Cerchio ed il ricavato sarà destinato a favore delle attività della Famiglia Comunità per il Dopo di Noi di Spoleto denominata “Le Ville”.

Siete tutti invitati al Cantiere Oberdan il 19, 20 e 21 ottobre alle ore 21:30 e domenica 22 ottobre alle ore 17:00.

instabili 2017_c (2).jpg

Ce semo magnati la pigna con tutta la colla

Grande successo per il secondo spettacolo de “Gli Instabili”

Silviano Ragni, il Checco Zalone spoletino. Il format è sempre quello: gustosa e divertente scenetta di vita famigliare che fotografa, tra stereotipi e qualche luogo comune, vizi e virtù della famiglia italiana. Con “Ce semo magnati la pigna con tutta la colla”, Silviano non salva nessuno, a parte le nuove generazioni a cui affida il ruolo di idealisti sognatori, con tutti i loro limiti e le loro contraddizioni, giovani ancora fiduciosi di poter cambiare il mondo o quantomeno il Paese e se non il Paese, la città, e se non la città almeno quel luogo ideale di affetto e protezione che è la famiglia. Va in scena l’Italia corrotta non dei grandi politici (velatamente presenti anche loro), ma la nostra Italietta quotidiana, quella del vastissimo campionario dei piccoli comportamenti conniventi ed opportunistici di ognuno di noi, sempre a caccia di una raccomandazione, di un vantaggio anche spicciolo, di un privilegio piccolo o grande. In questo mondo famigliare ognuno è onesto a modo suo e se si è approfittato è colpa degli altri, della società, della crisi: “l’ho fatto per i figli, per la famiglia” come se questa giustificazione ci potesse rendere più puliti, più onesti, giustificati. Sei persone, anzi 5 più uno per la verità sono già un buon numero per cambiare e insieme a tutto il pubblico son un bel gruppo”, ma l’esame di coscienza non è collettivo, è personale. Bravi tutti, con una menzione speciale alla mamma e agli strangozzi “ a culu mossu”…. Ed a Silviano che si conferma, in piccolo, nel Checco Zalone de “noantri”, altrettanto bello e simpatico.

Instabili

Leonilde Gambetti

L’amore è cieco ma…

Successo per lo spettacolo scritto da Silviano e messo in piedi dagli Operatori della Cooperativa Il Cerchio

Un doveroso e grandissimo grazie a tutte le persone che sono venute a vedere lo spettacolo e che ci hanno accompagnato in queste tre serate, è stata una bellissima esperienza che speriamo di ripetere al più presto!

Un gigantesco grazie anche ai miei compagni di avventura: innanzitutto all’autore Silviano Ragni, la mente di questo spettacolo. Poi tutti gli altri, Giuseppina Bisaccioni, Grazia Farinelli, Marta Maria Neri, Samuele Bonanni, Lorenzo Giontella, Piero Teso, Carolina Cesaretti e Andrea Sartorini, con i quali in questi mesi mi sono divertito a mettere in piedi questo spettacolo. Speriamo di poter fare presto qualche replica!

Oggi tocca ai ragazzi mettere in scena lo spettacolo “Diversi Sogni” sempre al Cantiere Oberdan, di cui già ieri hanno provato un’anteprima.

Un grandissimo in bocca al lupo a tutti, siamo sicuri che sarà un successone!

Il ricavato è destinato alla raccolta fondi in favore della Comunità Alloggio “Le Ville”.

Teatro

Marco Pennacchi

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: