Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘evento’

Mediterranea al Cinéma Sala Pegasus

Prima proiezione eventi speciali Premio Nickelodeon

Questa sera, alle ore 21.30 sarà proiettato Mediterranea di Jonas Carpignano (unica proiezione), al Cinéma Sala Pegasus.

Forse Jonas Carpignano lo si conosce per il suo secondo lungometraggio dal titolo “A Ciambra”, che rappresenterà l’Italia agli Oscar 2018. Pochi invece avranno visto l’opera prima del giovane regista italoamericano, intitolata Mediterranea.

Presentato alla Semaine de la Critique a Cannes nel 2015, il primo lungometraggio di Carpignano racconta una storia che ci appartiene e trova finalmente oggi una distribuzione nelle sale. La proiezione è inserita all’interno della rassegna “L’umanità è in fuga” con la quale presto vedremo anche “Human Flow” di Ai Weiwei, presentato al Festival di Venezia.

Siete tutti invitati al Cinéma Sala Pegasus, a Spoleto in Piazza Bovio.

mediterranea

Annunci

“VIRGI E ILIO NEL VERDE CUORE DEL MONDO” – VENERDI’ 25 Agosto, ore 21.00 ARENA ESTIVA Parco del Mondo

Una fiaba moderna che racconta la storia d’amore tra due fiori: questa la sintesi dello spettacolo “VIRGI E ILIO NEL VERDE CUORE DEL MONDO” di Stefano de Majo che andrà in scena al Parco del mondo venerdì 25 agosto alle 21.  Si tratta di una fiaba concerto, la storia d’amore contrastata e profonda di due fiori Virgi e Ilio in un’ambientazione bucolica tipicamente virgiliana. La fiaba ha come sfondo il paesaggio umbro, già Cuore Verde d’Italia e ora nel mutato scenario multietnico e culturale, assurto a fiabesco Cuore Verde del Mondo.

 

La fiaba, pur moderna nei temi trattati, è intrisa di preziosi riferimenti poetici e letterari classici e narra in chiave bucolica e lirica come l’Umbria di oggi si apra ormai al mondo intero con la sua tradizionale attenzione verso gli umili.

 

L’evento è ad ingresso gratuito. Dalle 20.00 aperitivo.

“Insieme per accogliere le differenze”: un evento per approfondire il tema dell’autismo

Domenica 2 aprile, alla sala Frau, per la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, la proiezione del film “Life Animated”

In occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza dell’autismo, l’associazione Gian Burrasca Onlus e il Cinema Sala Frau organizzano, domenica 2 aprile, un pomeriggio dedicato al tema dello spettro autistico: “Insieme per accogliere le differenze”.

Domenica 2 aprile, a partire dalle 15,45, presso il Cinema sala Frau, sarà proiettato il film-documentario “Life Animated” di Roger Ross Williams. Si tratta della storia di un bambino, Owen, che all’età di tre anni inizia a manifestare i sintomi di una grave forma di autismo. Chiuso in se stesso, incapace di elaborare le proprie emozioni, trova proprio nei film d’animazione Disney un tramite per fare breccia nelle barriere che lo separano dal mondo. Così grazie a La Sirenetta, Il Re Leone e Aladdin riesce a sviluppare un modo del tutto originale e personale di comunicare. Il Film è tratto dal libro del premio Pulitzer Ron Suskind “Life, Animated: A Story of Sidekicks, Heroes, and Autism”.

L’evento si aprirà alle 15,45 con un breve intervento della presidente dell’associazione “Gian Burrasca Onlus” Vita Capodiferro.

Al termine della proiezione del film, spazio alla discussione e agli approfondimenti con la dottoressa Gloria Potì (Neuropsichiatra Disturbi dell’età evolutiva Usl Umbria 2), Pasquale Lupi (genitore), Alessia Santini (insegnante di sostegno), ed una operatrice della Cooperativa sociale Il Cerchio.

L’evento è gratuito ed ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e analizzare aspetti e problematiche di un disturbo poco conosciuto.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Il Ricordo di Maria Antonietta Albanese D’Angerio

In tanti hanno scelto di dedicare un pomeriggio al ricordo di una grande donna

“Un giornata con Maria Antonietta Albanese D’Angerio”…una bella giornata con Antonietta! Si è svolto ieri (9 marzo) alla sala Frau l’evento dedicato alla donna, amica, mamma, direttrice, collega, maestra, compagna, e chi più ne ha più ne metta Antonietta. Un pomeriggio che non è stato una celebrazione, ma un ricordo di una persona importante per la città di Spoleto. Riassumiamo attraverso le parole di Giorgio Raffaelli (che trovate sul giornalino di oggi) il pomeriggio dedicato a Maria Antonietta Albanese D’Angerio.

Scrivo queste parole che leggete di ritorno dalla Sala Frau dove si è conclusa “Una giornata insieme a Maria Antonietta D’Angerio”. Anche grazie ad una idea e ad una organizzazione misurata e ben condotta, sono state davvero due ore trascorse insieme ad Antonietta.

Dal palco le letture dei suoi libri hanno porto alla platea l’impegno ad “essere formati” delle bambine e dei bambini, il loro sforzo nel cercare di capire questo mondo di “adulti”. Nelle frasi raccolte da Antonietta attraverso il sorriso, il lavoro incessante del crescere con cui Antonietta sapeva costruire una perfetta e competente sintonia e con cui incessantemente invitava ed aiutava a misurarsi.

Dalla platea, senza enfasi e un po’ di commozione, voci diverse con storie diverse hanno restituito l’impegno di una persona. Un impegno lungo una vita, senza distinzioni tra la maschera del lavoro, quella della famiglia, dell’impegno politico o sociale. La forza umile di una competenza calma e perseverante, sia che fosse seduta nei piccoli banchi della scuola come spesso faceva, che salisse sul palco con bambine e bambini perché tutti, proprio tutti (a turno) potessero essere principi e principesse, che invitasse a pranzo quello in castigo fuori dalla porta della classe, sostenesse una mozione in consiglio comunale, desse forza alla scuola presso la casa di reclusione (e un consiglio e un sostegno all’insegnante che apri questa strada), alle ludoteche o alle attività e al maestro e alla maestra di musica e ginnastica. Scemata la gente siamo rimasti in sala ancora un po’, un’Antonietta ci vorrebbe ora!

UNA GIORNATA CON MARIA ANTONIETTA ALBANESE D’ANGERIO

Giovedì 9 marzo alla Sala Frau un evento per ricordare una grande donna

Sarà un pomeriggio di racconti e letture, immagini e musica per ricordare insieme l’inventiva, l’impegno sociale e pedagogico, lo spirito d’osservazione dell’umano vivere, il rispetto – e non la compassione – per i più deboli, la vivacità intellettuale, lo spirito di integrazione ma soprattutto l’infinita ironia di una donna particolare, che ha rivoluzionato il sistema di insegnamento elementare a partire dalla metà degli anni Settanta. Un processo, un percorso che ha visto Spoleto teatro principale di un esperimento d’avanguardia unico e, purtroppo fino ad oggi, irripetibile.
A cura della cooperativa sociale Il Cerchio e dell’associazione culturale Carlo Manuali, l’evento si svolgerà alla Sala Frau giovedì 9 marzo a partire dalle 17. Saranno presenti colleghi, insegnanti, alunni, genitori degli alunni, compagni di viaggio, amici della mitica direttrice della scuola elementare di San Carlo prima e Villa Redenta poi, per ricordarla con una serie di aneddoti emblematici della sua personalità, di quel suo indomito spirito rivoluzionario capace di coniugarsi con una pacatezza fuori dal comune ed una costante capacità di stare nel mondo reale, lavorando ogni giorno per cambiarlo.
L’evento del 9 marzo non sarà certo una vuota celebrazione del personaggio: si parlerà di “Antonietta” nell’unico modo possibile, vale a dire sentendola in mezzo alla platea, fra i presenti, guardandola ancora spargere come semi al vento pillole di saggezza e idee per nuovi progetti, ovviamente frammiste a battute che immancabilmente divertivano e spiazzavano l’interlocutore. Tra un aneddoto e l’altro, troveranno spazio alcune letture selezionate tratte dai due libri della Albanese D’Angerio “Il codino di Munchausen” e “Gesù di cognome si chiamava Dio”. Chiuderà l’evento un aperitivo tra immagini e musica.

L’intera cittadinanza è invitata a partecipare.

Risate assicurate al Parco del Mondo: arriva la Traussa

Il 18 settembre alle ore 21.00 la Compagnia dialettale la Traussa presenta “TUTTU SE FA”

Nell’ambito della campagna della Raccolta Fondi 2015, la Cooperativa Il Cerchio è lieta di ospitare la compagnia teatrale “La Traussa” al Parco del Mondo.

L’Associazione Teatrale LA TRAUSSA nasce nel 1995 su iniziativa di Danilo Chiodetti, un ragazzo di Spoleto appassionato di teatro. La compagnia formata da attori non professionisti, ha come obiettivo artistico quello di rivitalizzare il teatro di piazza ed allo stesso tempo offrire al pubblico spunti di riflessione sui temi più attuali della nostra società. Tra le commedie più importanti messe in scena ricordiamo: “Finchè fa commidu”, “Chi va pe frega armane fregatu”, “La Puntura”, “Pozzi scoppà”, “A casa dell’onorevole”, “Villa Maria”, “Te ricordi”, “Zio Pepè”, “Pe du foje de Sirpullo”.

“TUTTU SE FA” è una commedia brillante in tre atti scritta e diretta da Danilo Chiodetti

TRAMA: La storia di Romoletto e Mafalda, due fedeli domestici di una disastrata famiglia spoletina. Quest’ultima si trova a dover affrontare gravi problemi economici e ricorrerà proprio all’aiuto dei due fedeli domestici per cercare di risolverli. I due, molto imbranati e goffi, verranno catapultati involontariamente in situazioni che gli sono estranee. Ma alla fine riusciranno a salvare i propri padroni dal fallimento. Un viaggio all’estero, un volo in aereo, e l’incontro con dei nobili spagnoli faranno da cornice a questa divertentissima storia.

PERSONAGGI ED INTERPRETI

ROMOLETTO DANILO CHIODETTI

MAFALDA MARA GOBBI

GERTRUDE CRISTINA CURTI 

GUALTIERO ANGELO CASTRICA 

MARESCIALLO FINANZA DANIELE DARI

FRANCESE ULIANA LOCCI 

CARMENSITA MARTA FINALI

MARCHESE ADIO MUSCO

MARCHESA ROBERTA CHIODETTI

MARCHESA MADRE ILARIA CAPPOTTELLA

JUAN PEDRO MICHELE TUZI

DIRETTRICE DI SCENA TANIA ROSATI 

LUCI E FONICA EMILIO SORDINI

REGIA DANILO CHIODETTI

AIUTO REGIA VALERIA MONCADA 

Durante l’intervallo verrà servito un panino con salsiccia.

L’evento è organizzato allo scopo di raccogliere fondi da destinare al Servizio “Le Ville” – Comunità Famiglia per il Dopo di Noi.

Sarà possibile prenotare il biglietto al costo di € 10,00 al numero 335. 5989804.

Vi aspettiamo numerosi!!!

traussa_OKc_A3

Marta Finali

Presentazione Docu-Film “IO STO CON LA SPOSA”

Qui la meta è partire (Giuseppe Ungaretti)

Alla Sala Pegasus, Venerdì 13 Marzo (data a prova di scaramanzia) alle ore 21.00 verrà proiettato il film/documentario “Io sto con la sposa”, che sarà successivamente riproposto Sabato 14 Marzo alle ore 17:00. Un film documentario che racconta in presa diretta una vicenda realmente accaduta sulla strada da Milano a Stoccolma tra il 14 e il 18 novembre 2013. Un poeta siriano e un giornalista italiano aiutano cinque profughi siriani e palestinesi, arrivati a Milano dopo essere sbarcati a Lampedusa, a raggiungere la Svezia senza essere arrestati dalle autorità inscenando un corteo nuziale, visto che “nessuno oserebbe mai fermare un corteo nuziale”.

Ospite speciale venerdì 13,  il regista Antonio Augugliaro che a seguito della proiezione sarà lieto di raccontarci questo coraggioso viaggio.

L’evento è stato promosso dall’ATS che gestisce il progetto S.P.R.A.R. di Spoleto, composta da Arci Terni, Associazione San Martino di Terni, Arci Solidarietà di Terni, Laboratorio Idea di Terni e la Cooperativa Sociale il Cerchio, con l’obiettivo di informare e far conoscere alla nostra città questo servizio.

Sarà l’occasione, infatti, per illustrare il progetto S.P.R.A.R. (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) per informare e sensibilizzare sulla tematica dell’asilo e sulla condizione di questi uomini e donne che abbandonano non solo il loro paese ma tutte le loro relazioni sociali e affettive per cercare un futuro migliore più sicuro e più stabile in un mondo che riconosca i loro diritti e la loro dignità.

Vi aspettiamo numerosi, in Piazza Bovio, presso la Sala Pegasus

io-sto-con-la-sposa-poster-italiano

Gli operatori del servizio SPRAR

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: