Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘espressione’

Danza sinonimo di libertà

Oggi è la giornata mondiale della danza

E’ da alcuni anni che presso i nostri servizi del settore handicap si svolge l’attività di danzaterapia, guidata dal tecnico Alessandra.

E’ un’arte che utilizza il corpo e il movimento come mezzo di comunicazione, è valida come strumento di riabilitazione che utilizza l’espressività corporea per regolare emozioni ed il movimento proprio corpo.

Attraverso la stoffa, la carta velina, l’elastico, il nastro colorato ed il palloncino abbiamo sperimentato la creatività del singolo, ma anche del gruppo di lavoro.

L’attività inizia con il saluto, una carezza, che unisce ognuno di noi al gruppo. Quel contatto ci fa sentire liberi da qualsiasi schema, si crea un’atmosfera carica di energia positiva capace di far superare una situazione o uno stato d’animo. Accompagnati sempre da un’atmosfera musicale magica e melodica, troviamo sicurezza in noi stessi e ci scrolliamo di dosso ogni pregiudizio. La danza ci fa sentire liberi.

41

Claudia Paolangeli e Morena Carlini

Annunci

Una grande opera d’arte

Al centro MilleCose festeggiamo la giornata mondiale del disegno

Oggi 27 aprile è la giornata mondiale del disegno (conosciuta anche come “Giorno del disegnatore” o “Giorno del disegnatore grafico”),  nata da un’iniziativa del Consiglio internazionale delle associazioni di disegno grafico e della Organizzazione delle Nazioni Unite.

L’arte del disegno è la forma comunicativa più antica, nata ancor prima della scrittura. Per i nostri ragazzi il disegno artistico rappresenta una modalità di espressione semplice, veloce ed efficace. Ed oggi abbiamo voluto festeggiare questa giornata con un grandissimo disegno!

Abbiamo messo sul tavolo un grande cartellone verse, abbiamo preso un sacco di pennarelli e… abbiamo dato grande spazio alla nostra fantasia!

Il risultato… è un’opera d’arte!

La nostra Danzaterapia

La Danzaterapia come mezzo di comunicazione

Quest’anno vogliamo usare questo aggettivo nei confronti della danzaterapia: nostra. Perchè nostra? Voi direte… perchè Alessandra ce l’ìha fatta amare a tal punto che siamo riusciti a farla entrare nel cuore di tutti noi, come una bella cosa che ci appartiene.

Noi che ci dedichiamo a questa attività la consideriamo come un modo per esprimere le parole che qualche volta non troviamo, facilita la comunicazione tra noi che pur vivendo quotidianamente in contatto in contatto, solo in quei momenti riusciamo a dirci veramente tante cose attraverso la gestualità, attraverso i momenti del nostro corpo. In questo anno sono stati evidenziati grandi progressi che alcuni di noi hanno fatto, riuscendo ad interagire finalmente con il gruppo. Non era mai accaduto e questo ci rende felici ed uniti come una famiglia.

a.jpg

Dal Giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.650

Il Teatro dei Burattini a Città Domani

La fiaba come strumento di identificazione

Raccontare fiabe ai bambini attraverso la drammatizzazione stimola nel bambino meccanismi di identificazione. Le fiabe prendono molto sul serio le ansie del bambino, il suo bisogno di esprimersi, di non essere abbandonato, di essere accettato e amato, di relazionarsi positivamente con gli altri. La fiaba fornisce suggerimenti al bambino circa il modo in cui affrontare le difficoltà e lo fa in maniera simbolica. La fiaba inoltre, cattura l’attenzione del bambino, lo diverte e suscita la sua curiosità stimolando immaginazione e creatività.

12745563_989384697788033_4786517789836130108_n

Flavia Rossetti

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: