Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘educatori’

Coriandoli

Vi presentiamo il centro diurno

Coriandoli è un centro diurno per minori con lo spettro autistico. Ogni pomeriggio e per tre mattine a settimana, vengono svolte attività di tipo psicomotorio e strutturato a volte a migliorare le capacità comunicative, relazionali e cognitive dei bambini. Il gruppo di lavoro è formato da educatori, psicomotricista e psicologa che lavorano in équipe e portando avanti obiettivi e ideali comuni.

Poteri andare avanti così oppure scegliere “un’altra strada”. Perchè è questo che facciamo, in fondo: trovare un’altra via per comunicare, cercare lingue diverse per tradurre sguardi, segni, suoni.

Ogni giorno, con ogni bambino osserviamo un muro sapendo con certezza che da qualche parte c’è una fessura, una crepa dalla quale poter vedere un altro mondo fatto di emozioni, parole non dette, pensieri inespressi, sorrisi da dare e abbracci da ricevere. Quando scopriamo quella crepa, che tanto per essere più tecnici si definisce “canale comunicativo”, con tanta umiltà, passione e desiderio di conoscere, proviamo ad infilarci e a trovare un contatto con l’altro. Quando accade, con tempo, pazienza, lavoro di squadra, momenti difficili, ripensamenti, tentativi e sorprese…beh, possiamo solo dire che ci sentiamo incredibilmente fortunati e privilegiati a poter entrare in mondi colorati e diversi proprio come i coriandoli.

autismo.jpg

Operatori ed operatrici di Coriandoli – Dal giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.652

Annunci

Tante maschere a Favolandia

Festeggiato martedì grasso all’Asilo Nido

Tanti supereroi, principi e principesse, coccinelle e personaggi da fiaba. All’Asilo Nido Favolandia abbiamo festeggiato alla grande il Martedì Grasso, giornata che chiude il carnevale.

Tutti in maschera abbiamo svolto tante attività, tra cui giochi, canti, e una vera e propria “battaglia” con le stelle filanti. Dopodichè, tutti in posa abbiamo fatto queste fantastiche foto!!!

 

 

Cenone di Natale al Convitto INPS

Cena preparata dai ragazzi del Convitto

Luci, colori e sapori. Questa l’immagine che si è aperta a noi varcando, tra le fiaccole accese, il porticato del Convitto Inps, lunedì 18 dicembre.

Come ogni anno i giovani ospiti, futuri chef e non, hanno dato prova delle loro capacità offrendoci una cena ricca e gustosa. Vederli vestiti con le loro divise, mentre agitano i cibi tra i fumi della cucina o ci accolgono con discreta eleganza, permettono a tutti noi di vivere un momento che, non solo è di festa, ma che ci portano a riflettere sull’importanza e la bellezza del nostro lavoro. Con l’augurio che anche voi, come noi, possiate sempre credere in ciò che andrete a fare, non possiamo che esprimere, orgogliosi, i nostri complimenti! Bravi ragazzi, anche quest’anno ci avete preso per la gola!

 

Gli Educatori del Convitto Inps

Festa di San Martino a Ristogiocando per i bimbi e i genitori dell’asilo nido Città domani

Giovedì 10 Novembre, nella bella cornice di Ristogiocando, si è svolta la festa di San Martino organizzata dall’asilo nido Città Domani. Hanno partecipato più di ottanta persone tra adulti e bambini. Tanti intrattenimenti per i piccini che si sono divertiti, nell’area a loro dedicata, tra gonfiabili, percorso con palline e angolo morbido; i genitori hanno avuto così la possibilità di conoscersi e scambiarsi consigli sul fantastico mondo dei bambini, contando anche sulla conoscenza e l’esperienza delle educatrici del nido presenti alla festa. Gli instancabili bambini hanno coinvolto i genitori in mille acrobazie,come potete notare dalle simpatiche foto…..arrivederci al prossimo anno!

 

Flavia R.

Successo per lo spettacolo dei ragazzi del convitto INPS “Grease”

Allegria , impegno ed unione per un risultato più che positivo

Un successo di pubblico e soprattutto un grande lavoro che ha accresciuto i ragazzi del Convitto INPS. È questo il risultato del musical Grease, andato in scena lunedì 23 maggio presso il Convitto Inps che ha lasciato letteralmente a bocca aperta.

received_10154193280614153

25 i ragazzi che hanno scelto di partecipare all’iniziativa gestita, come ormai avviene da tre anni, esclusivamente dagli educatori della Cooperativa Il Cerchio.  Lo spettacolo rientra nel progetto educativo 2015/16. Durante l’anno, vengono svolti incontri di teatro, danza, canto e laboratori di disegno-scenografia che poi fanno capo ad un unico tema che sfocia nel lavoro di fine anno.

Giovani dai 12 ai 19 anni che due volte a settimana, per circa sette mesi si sono impegnati nelle prove, imparato a memoria la parte, le coreografie e aiutato nella costruzione delle scenografie e dei costumi. Cinque gli educatori in prima linea nel progetto: l’art director Cristiano Giocondi, la regista Erika Frascarelli, la coreografa Tina Vardaro, lo scenografo Marco Rosati, l’insegnante di canto Vanessa Cardoni.

“Quest’occasione ha permesso ai ragazzi non solo di esprime re il loro talento – ci spiega Erika Frascarelli – ma anche di fare amicizia e conoscersi meglio”. Il convitto Inps ospita infatti centinaia di ragazzi che spesso, specie se di diverse età, non si conoscono. “Le prove si sono rivelate un magnifico strumento di aggregazione – spiega ancora Erika Frascarelli – che ha tirato fuori un impegno impensato e soprattutto un grande senso di responsabilità in tutti i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo e spirito di collaborazione”.

Il risultato, assicura chi ha assistito allo spettacolo, ha rispettato, anzi superato le aspettative, mostrando a tutti l’affiatamento che si è creato tra i ragazzi e tra questi e gli educatori.

Entusiasmo, allegria e cooperazione: una ricetta di successo che tutti sperano di ripetere il prossimo anno.

Inoltre, all’ingresso dello spettacolo è stata molto apprezzata la mostra dei lavori (disegni, foto, poesie) dei ragazzi con DSA seguiti durante l’anno dalle dottoresse Emanuela Fortunati, Ida Bello, Elena Calabresi, Iannacolo Francesca, Giulia Falasca e Moira Stocchi.

Infine, ringraziamenti di rito al dirigente regionale Inps Gabriele Mastragostino, alla direttrice del Convitto Vera Cardaioli, il responsabile del servizio Socio Educativo Francesco Tortora e la presidente della Cooperativa Il Cerchio Serenella Banconi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Corsi dedicati all’autismo e alla prima infanzia

Sabato 3 ottobre alla Sala Pegasus e al Centro di Documentazione – Il guscio della Chiocciola

La Cooperativa Sociale Il Cerchio, con il patrocinio del Comune di Spoleto, nell’ambito del proprio piano annuale di formazione, ha in cantiere due importanti iniziative dedicate agli autismi e alle tematiche per la prima infanzia.

Il corso sull’Autismo, simbolicamente chiamato “Gli antropologi su Marte” in omaggio al famoso neurologo e scrittore Oliver Sacks recentemente scomparso, servirà a qualificare operatori “esperti in semi residenzialità dedicata agli autismi (alto e basso funzionamento) nei giovani adulti.
Il progetto formativo realizzato sotto la regia e il coordinamento tecnico della Direzione del Dipartimento di Salute Mentale e del Servizio Formazione dell’Asl 2 dell’Umbria è un’iniziativa che vede impegnati, oltre gli operatori della Cooperativa Sociale Il Cerchio, anche quelli della Semente di Spello e della Cooperativa ACTL di Terni. Il corso, iniziato sabato 26 settembre presso la Sala Pegasus di Spoleto con la docente Adelaide Colombo sul tema Musicoterapia e autismo, continuerà il 2 e il 3 ottobre alla presenza del dott. Davide Moscone, psicologo di indirizzo comportamentale con formazione specifica sulla sindrome di Asperger e autismo lieve.

L’incontro del 2 ottobre si terrà in forma chiusa per i tecnici del settore, mentre sabato 3 sarà svolto in forma aperta a tutti gli interessati presso la Sala Pegasus di Spoleto dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Il seminario aperto ha il titolo “Da mi piace a ti voglio bene” – sviluppare affettività e sessualità consapevole nelle persone con condizioni dello spettro autistico lieve e sintomi di Asperger.
Altri docenti che interverranno al corso sono: il Dottor Sergio Vitali, neuropsichiatra infantile, il Professor Sergio Melogno, psicologo e docente presso l’Università Pontificia Salesiana e l’Università La Sapienza di Roma, la dottoressa Letizia Nunziata neuropsichiatra infantile presso il Policlinico Umberto I° di Roma, il dottor Simone Donnari arteterapeuta e docente dell’Istituto Gaetano Benedetti di Perugia, la dottoressa Teresa La Ferla psichiatra presso l’Asl 2 dell’Umbria, oltre che Emanuele Guzzetti in rappresentanza della Semente di Spello e dell’Associazione ANGSA Umbria.

A partire da sabato 3 ottobre (dalle ore 9.00 alle ore 13.00), presso la sede del Centro di Documentazione – Il guscio della Chiocciola di Via Martiri della Resistenza, avrà invece inizio un corso dal titolo”Ruolo e funzioni degli Operatori nelle strutture per l’infanzia”.
Il corso, che ha avuto un finanziamento da parte del Fondo Paritetico Interprofessionale FONCOOP, è stato realizzato in collaborazione con la Direzione istruzione Coesione Sociale salute e Sport, in particolare con il coordinamento pedagogico di rete territoriale.
Questa collaborazione ha portato ad una programmazione condivisa che svilupperà un sistema virtuoso con la partecipazione degli educatori dei nidi, sia pubblici che privati, sui temi della programmazione educativa (con la dott.ssa Moira Sannipoli), sulla relazione fiduciaria come strumento per il coinvolgimento delle famiglie al Nido (con la dott.ssa Donella Maggini) e sul ruolo del nido come mezzo di accoglienza e integrazione famiglie multiculturali (con la dott.ssa Lorenza Cipriani). A conclusione di questo ultimo modulo verrà realizzato un laboratorio aperto anche alle famiglie. Tale attività è finalizzata al progressivo innalzamento dei livelli qualitativi dell’intero sistema dei servizi per la prima infanzia.

In entrambe le formazioni il Comune di Spoleto ha dato il proprio patrocinio quale soggetto istituzionale deputato alla promozione e alla valorizzazione delle attività educative, culturali e sociali del nostro territorio. Per maggiori informazioni contattare il numero 0743/221300 e chiedere di Costantino Cacciamani o Marta Finali (Corso Autismo), Emanuela Fortunati (Corso Prima Infanzia).

autismo3

Costantino Cacciamani

Tutti in officina con… Il campuSSuonando!

Ebbene si, non è un errore di battitura. Oggi i nostri piccoli (e grandi) ragazzi che frequentano il campus si sono cimentati in un lavoro di alta ingegneria. Hanno infatti fabbricato delle… Automobili!!! Colorate e per tutti i gusti, dotate di ogni comfort!
Piccoli capolavori!!!!

20140709-141200-51120426.jpg

20140709-141200-51120280.jpg

20140709-141200-51120133.jpg

20140709-141200-51120558.jpg

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: