Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘di’

Ricordi di Stelle Cadenti

Ispirati dal Piccolo Principe abbiamo parlato di stelle

Siamo stati ispirati da ciò che “Il Piccolo Principe” (che stiamo leggendo in questi giorni) racconta a proposito delle stelle. Ognuno di noi quindi ha parlato delle stelle a modo proprio:

Quando ero piccola e guardavo il cielo, ad ogni stella che vedevo davo un nome, ma non un nome qualsiasi, un nome di una persona della mia famiglia. C’era la stella di nome Luisa, una di nome Olivo, una di nome Moreno ed una, la più piccolina che riuscivo a scorgere, si chiamava Sonia, come me. Siamo liberi di dare alle stelle qualunque nome e liberi di pensare che una stella tra tante ci appartenga, liberi di immaginare che una stella abbia il nome di una persona a noi cara. Le stelle ci fanno sentire liberi

(Sonia)

Fabrizio invece quando pensa ad una stella, il ricordo più vivo che ha è la scia che lascia nel buio del cielo quando cade, formando un lampo veloce. Quel lampo lui lo vede ancora.

stella

Dal Giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.642

 

Annunci

Un’Assistenza da primato

Home Care Premium a Spoleto ai primi posti d’Italia

Spoleto e la zona Sociale n.9 ai primi posti d’Italia per indice di gradimento dei beneficiari del servizio Home Care Premium. Questo il risultato dell’indagine statistica commissionata dalla Direzione Centrale dell’INPS in tutto il territorio nazionale, relativamente al servizio di assistenza e sollievo Home Care Premium 2017 – Assistenza Domiciliare.

Il servizio è rivolto ad anziani non autosufficienti, offrendo assistenza domiciliare ai dipendenti e pensionati degli istituti pubblici, per i loro coniugi e affini di primo grado.

Il servizio, in carico al Comune di Spoleto e gestito dalla Cooperativa Il Cerchio, è ormai al quarto anno di attività, facendo registrare nella nostra zona un notevole miglioramento delle condizioni di vita dei beneficiari che ne usufruiscono con piena soddisfazione.

La Cooperativa Il Cerchio, insieme al Comune di Spoleto, si è impegnata e si impegnerà per mantenere e migliorare continuamente questi standard qualitativi, per fornire un servizio migliore e sempre più aderente alle esigenze dei beneficiari.

Desideriamo infine ringraziare tutto il personale dedicato (coordinatore, assistenti sociali, operatori ed addetti all’assistenza) che, con il costante lavoro, attenzione e dedizione hanno permesso il raggiungimento di questo risultato.

home care premium.jpg

Iniziato il progetto Più Nido

Un progetto gratuito finanziato dalla Regione Umbria

Un progetto gratuito per bambini da 12 mesi a 3 anni (con la possibilità di iscrivere anche eventuali fratelli o sorelle – fino a 5 anni) finanziato dalla Regione Umbria e realizzato dalla collaborazione tra Comune di Spoleto e Cooperativa Il Cerchio.

Il progetto Più Nido propone:

  • attività ludiche, sensoriali, espressive e motorie con particolare attenzione all’integrazione ed alla relazione tra i bambini;
  • Una preziosa opportunità per offrire esperienze diverse: di giochi, di animazioni di scoperte, di relazioni.

Il servizio, iniziato il 14 Ottobre, durerà fino al 16 Dicembre e viene svolto presso gli asili Nido “Il Girotondo”, “Il Carillon” e “Il Bruco” del Comune di Spoleto.

Per le iscrizioni contattare:

  • Il numero 0743.218732, Dott.ssa M. Paola Fedeli – Comune di Spoleto
  • Il numero 0743.221300, Segreteria Coop Il Cerchio

girotondo1girotondo2

 

Fiabe Migranti

I ragazzi del progetto SPRAR hanno scritto e presentato un libro di favole

“Fiabe migranti” è un’idea nata all’interno dei corsi di lingua italiana del progetto Sprar di Spoleto e Castel Ritaldi come mezzo di scambio culturale tra persone di diverse etnie e non solo di studio della lingua. Si è sviluppata durante i mesi primaverili ed estivi di questo anno attraverso il racconto e la scrittura di fiabe e favole dei vari paesi nei quali i beneficiari sono nati. Il lavoro fatto nelle classi si è poi concluso con la raccolta delle suddette in un piccolo libro. Per completare e impreziosire il tutto sono stati inseriti alcuni disegni dipinti da altri beneficiari dopo una lettura di gruppo.

Per la diffusione e la conoscenza di questo progetto, domenica 17 settembre, gli insegnanti Sami Paolini e Alessandra De Feudis, insieme a operatori e beneficiari del progetto Sprar, hanno presentato il libro all’interno della manifestazione “Il paese delle fiabe”, promossa dall’Amministrazione comunale di Castel Ritaldi presente all’evento nelle persone del vice-Sindaco Sante Mesca e dell’Assessore Tamara Martini.

Il libro è stato dedicato alla memoria di Aura di Tommaso, Assessore alla Cultura e al Sociale e poi Vice Sindaco, nonché ideatrice della manifestazione “Il paese delle fiabe”, una donna che nella sua vita ha sempre contribuito alla crescita culturale del paese che se fosse ancora viva avrebbe con grande entusiasmo sostenuto il progetto Sprar e tutti gli eventi come questo.

Sami Paolini

Oltremare – Delfini, rapaci e pappagalli

I nostri ragazzi in trasferta a Riccione

Anche quest’anno nel mese di Settembre, più precisamente mercoledì 13 (data in cui a Spoleto è iniziato ufficialmente il nuovo anno scolastico), un folto gruppo dei nostri ragazzi e famigliari si sono recati al Parco Oltremare di Rimini. La giornata è volata via all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

Il gruppo formato da 40 persone si è mosso all’interno del Parco con disinvoltura ed ha rispettato in maniera ineccepibile tutto il programma che era stato stabilito.

Abbiamo trascorso una bellissima giornata tra spettacoli di delfini, rapaci e pappagalli. Lo spettacolo che più ci è piaciuto è stato il numero con i delfini (Loriano, Tiziana, Simone, Francesco, Daila)

Gli eventi di cui abbiamo potuto godere (Il volo dei rapaci, Delfini Dream – Lo spettacolo della natura, Pappagalli – il Volo arcobaleno) hanno offerto una rappresentazione molto coinvolgente. Infatti tutti gli spettacoli hanno ottenuto un grande successo, ma in particolare la vasca dei delfini è stato quello più emozionante. Ma visto l’entusiasmo finale, possiamo senz’altro dire che l’intera giornata è stata un vero successo!

Lo spettacolo più bello è stato quello dei delfini. Uno era maschio e l’altra era femmina e rispondevano quando venivano chiamati dal loro addestratore. Mi sono divertita molto (Marina)

Esprimiamo il nostro sentito ringraziamento alla Fondazione Carispo di Spoleto, sempre attenta nel sostenere progetti e attività dell’Associazione A.I.A.S. della sezione di Spoleto. Grazie a tutti i partecipanti per aver contribuito all’esito di questa giornata e diamo appuntamento a tutti al prossimo anno.

(Dal giornalino Non Solo Fra di Noi n.626)

Buoni Pasto dei Centri Diurni

A partire dal 18 Settembre si potranno prendere solo in Via San Carlo

Via San Carlo, è questa la sede in cui sarà possibile acquistare i buoni pasto per chi frequenta i Centri Diurni per Anziani e Disabili, a partire da oggi (18 Settembre). Non più quindi allo Sportello del Cittadino, ma direttamente presso l’ufficio accoglienza della Direzione Servizi alla Persona del Comune di Spoleto.

Gli orari in cui sarà possibile acquistare i buoni pasto sono il martedì mattina ed il giovedì pomeriggio durante l’orario di ufficio (Per info tel. 0743 218738 – 218551).

via-san-carlo-spoleto-536x411

Fiabe Migranti

Domenica sarà presentato il libro al “Paese delle Fiabe”

Domenica 17 Settembre alle ore 11.00  nella biblioteca del  Comune di Castel Ritaldi in occasione del  PREMIO LETTERARIO MARIO TABARRINI, all’interno della manifestazione “Paese delle  Fiabe” verrà presentato  il libro “Fiabe Migranti”, scritte e raccontate dai beneficiari del Progetto di accoglienza per Migranti denominato SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Comune di Castel Ritaldi in collaborazione con i beneficiari dell’omonimo progetto del Comune di Spoleto.

Nel libro (curato dalla Cooperativa Il Cerchio – soggetto gestore del progetto) i ragazzi che frequentano il corso di Italiano raccontano, scrivono, e disegnano favole e storie rappresentative della loro cultura di provenienza.

Costa D’Avorio, Mali, Ghana,  dall’Afghanistan, Pakistan e Senegal, i racconti sono suddivisi in piccole storie che consentono di comprendere come la differenza, in termini positivi, può essere sinonimo di pluralità e ricchezza. Ciò potrà aiutare a veicolare a tutti il concetto ed una maggiore consapevolezza circa la necessità di abbattere i muri della diffidenza nei riguardi di chi, costretto ad abbandonare il proprio Paese per via di guerre, intolleranze e povertà estrema, arriva in Italia con la speranza di poter costruire un’esistenza migliore.

Questo “piccolo” ma importante libro vuole anche dire che questi nuovi “cittadini” non sono solo ospiti “scomodi” ma possono rappresentare una  ricchezza ed una concreta opportunità di crescita civica e culturale per le comunità che li accolgono.

copertina libro-01-01 (1)

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: