Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘cooperative’

Cerimonia di consegna degli attestati del Servizio Civile

A Perugia la cerimonia a cura di Legacoop Umbria

26 Ragazzi, 5 settori, 365 giorni. Questi i numeri dell’ultimo progetto del servizio civile che sta volgendo al termine. Prima infanzia, anziani, disabili, minori e perfino attività cinematografiche hanno visto protagonisti i ragazzi, che per un intero anno hanno partecipato alle attività dei vari servizi.

Il volontario del servizio civile infatti collabora attivamente e quotidianamente con gli operatori per la crescita di un sistema regolato da una base di valori, obiettivi, metodologie, strategie, interamente condivisi ai fini della realizzazione di azioni a favore delle persone in stato di disabilità, non autosufficienza, disagio, minori.

Nella giornata odierna ha avuto luogo a Perugia la consegna degli attestati di fine anno da parte di Legacoop Umbria, un momento che segna di fatto la conclusione di questi progetti.

Ci auguriamo che l’esperienza svolta dai ragazzi sia stata un qualcosa di speciale, che possa arricchire i volontari nella propria formazione emotiva e lavorativa. Desideriamo esprimere un sentito ringraziamento a tutti i ragazzi che hanno collaborato insieme a noi, regalandoci momenti di entusiasmo oltre ad un prezioso contributo per il miglioramento della qualità dei servizi e delle relazioni.

Annunci

Perle d’Italia

Gita organizzata a Pompei e Caserta nei giorni 21 e 22 Ottobre

La mitica città di Pompei e la fantastica Reggia di Caserta. Sono solo due delle attrazioni in programma nella gita organizzata da Oltre il Lavoro, il CRAL delle Cooperative Umbre che ormai da qualche anno si impegna per trovare ed organizzare eventi ed iniziative che possano mettere in contatto i lavoratori interessati.

Questa volta la meta designata è la Campania, alla scoperta (o riscoperta) di luoghi stupendi e suggestivi. Il programma della gita sarà:

21 ottobre 2017 – Pompei

Partenza per Pompei. Sosta per la colazione ed il pranzo liberi. Pomeriggio dedicato alla visita approfondita degli scavi fino a raggiungere Villa dei Misteri: straordinaria testimonianza del mondo antico grazie allo stato di conservazione della città, rimasta praticamente intatta dopo l’eruzione che la colpì nel 79 d. C. cancellandola dal paesaggio vesuviano. La città, grazie anche alla sua posizione, fu interessata, tra il VII ed il VI sec. a.C, da un fiorente insediamento indigeno. Collocata tra il mare ed il fiume Sarno, Pompei sfruttava, infatti, due importanti vie di comunicazioni utili agli scambi commerciali. Nel V secolo la città passa sotto il controllo dei Sanniti, esposta comunque all’influenza greca ed etrusca. Nel III sec. a.C., all’indomani delle guerre Puniche, viene attirata nell’orbita di Roma alla quale si lega definitivamente nell’80 a.C., con la fondazione da parte di Silla della colonia. A partire dalla metà del ‘700 gli scavi, voluti dai Borbone e portati avanti per oltre un secolo, hanno riportato alla luce la città, restituendoci un quadro completo della vita quotidiana in età romana. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

22 ottobre 2017 – Reggia di Caserta

Prima colazione in hotel. Incontro con la guida per la visita degli appartamenti Reali e degli stupendi giardini della Reggia di Caserta. Simbolo di Caserta e sito UNESCO, la Reggia è uno dei monumenti più importanti del patrimonio artistico italiano. Progettata, nel Settecento, dall’architetto Luigi Vanvitelli per volere di Carlo III di Borbone, è un autentico capolavoro di architettura e decorazione ed, a sua volta, un contenitore di numerose opere d’arte. Visitando il suo interno si è stupiti dal continuo susseguirsi di stucchi, bassorilievi, affreschi, sculture, pavimenti a intarsio. Notevoli quelli della Sala di Astrea, della Sala di Marte e della Sala del Trono, quest’ultima è la sala più grande degli appartamenti reali ed era adibita al ricevimento di personalità importanti. Parte integrante della maestosità e della bellezza della Reggia di Caserta è il meraviglioso Parco, tipico esempio di giardino all’italiana, costruito con vasti prati, aiuole squadrate e, soprattutto, un trionfo di giochi d’acqua. Pranzo libero. Nel pomeriggio inizio del viaggio di rientro in sede. Sosta in autogrill per la cena libera. Arrivo in serata.

Pompei-e-Reggia-Caserta

Per info e prenotazioni contattare oltre il lavoro alla mail: info@oltreillavoro.it

Assemblea annuale di Arcs e Legacoop Umbria a Spoleto: La Cooperazione Sociale e di Servizi in crescita durante il periodo di crisi

In questi anni l’Umbria perde 15000 posti di lavoro mentre gli occupati delle cooperative associate passano da 9500 a 11.000

Si è svolta presso l’Albornoz  Palace Hotel di Spoleto l’Assemblea Annuale delle cooperative sociali e di servizi aderenti a Legacoop con la presentazione dell’ottavo Rapporto Sociale di Sistema. Dopo le scosse di ieri e una lunga riflessione l’Associazione Regionale Cooperative Servizi di Legacoop ha comunque deciso di confermare l’evento, per dare un ancor più forte e necessario senso di appartenenza e vicinanza ai territori già pesantemente colpiti , nella consapevolezza che non possiamo scappare di fronte ai problemi che in questo caso la natura ci mette davanti. Si è ritenuto il segnale della presenza molto più importante e i saluti del Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli che ha rimarcato la gratitudine del proprio territorio ne ha dato conferma. Mentre in Umbria i dati generali sull’occupazione sono preoccupanti, con la perdita di 15 mila posti di lavoro e 3,4 miliardi di euro in meno rispetto all’inizio della crisi, quelli sulla cooperazione sociale e di servizi sono in decisa controtendenza. Le performance dal 2008 (anno di inizio della crisi)  al 2015 evidenziano che il numero di cooperative associate a Legacoop in Umbria è passato da 93 a 107, con un incremento del 15,1%. L’aumento più significativo è stato quello delle cooperative sociali, che sono aumentate di 13 unità passando da 40 a 53 imprese (+32,5%). Gli occupati dalle 9.556 unità alle 10.788 unità nel 2015 (+12,9%) con un significativo aumento degli occupati a tempo indeterminato in termini percentuali sul totale. Il Valore della Produzione nel periodo considerato è aumentato del 17,7%, passando da 357 a 421 milioni di euro e sono stati erogati 221 milioni di redditi da lavoro con un delta positivo del 12,9% rispetto ai 196 milioni di partenza, con il significativo dato di 600 lavoratori svantaggiati occupati ai sensi della legge 381/91, di fatto tolti dal circuito dell’assistenza pubblica. Le nuove adesioni, frutto di startup imprenditoriali a forma cooperativa, adeguatamente supportate nella fase di avvio dell’Associazione, rappresentano una importane risposta alle esigenze ed ai bisogni manifestati dalle giovani generazioni. In secondo luogo, le nuove adesioni si concentrano nell’ambito culturale e delle comunicazione e più in generale dell’industria creativa. Una parte rilevante delle start-up cooperative degli ultimi anni sono impegnate in percorsi di rigenerazione urbana e, indipendentemente dai settori di intervento, intendono attivare percorsi di sviluppo comunitario attraverso lo strumento delle cosiddette “cooperative di comunità ” formate cioè da cittadini che si autorganizzano in modo partecipativo e democratico per risolvere i problemi e rispondere ai bisogni di una comunità con un fiorire di iniziative negli ultimi anni che dà il segno della crisi del modello di sviluppo economico sempre meno sostenibile sia dal punto di vista economico che sociale e soprattutto ambientale. Da questi dati si è partiti per ragionare all’interno di una tavola rotonda sul tema “Ricostruire le città, Ricucire le comunità, Ripensare lo sviluppo” a cui hanno partecipato: Antonio Bartolini Assessore regionale servizi pubblici locali, Marco Mingrone Coordinamento nazionale Legacoop produzione e servizi, Luciano Belli membro della Fondazione Cassa Risparmio Spoleto, Paolo Polinori Professore Dipartimento Economia Università di Perugia, Alessandro Bruni Presidente Istituto Nazionale di Urbanistica dell’Umbria,  “Questa iniziativa è stata fortemente voluta a Spoleto – afferma il presidente  di ARCS Legacoop Vladimiro Zaffini – per segnalare concretamente l’impegno  della cooperazione verso i territori colpiti dal sisma. Abbiamo voluto fare il punto sui possibili contributi di idee, di iniziative e di progettualità che il movimento cooperativo può mettere a disposizione in un così delicato momento della vita sociale ed economica per questa realtà territoriale della nostra regione. Crediamo inoltre importante rafforzare il confronto con le istituzioni locali ed alle altre forze imprenditoriali con la costituzione di un comitato interassociativo tra le organizzazioni imprenditoriali che si ponga come strumento di confronto concreto con il settore pubblico allargato sui temi della ricostruzione e del rilancio economico e sociale dei territori colpiti dal sisma”.

 

Ufficio Stampa Arcs Legacoop Umbria

 

dsc_0060 dsc_0068INVITO ASSEMBLEA_Layout 1 da-sx-cravatta-viola-vladiniro-zaffini-sciarpa-bianca-dino-ricci1

Stop alle false Cooperative

Un calcio alle false Cooperative e a chi non rispetta le regole

E’ iniziata in Umbria il 25 Giugno la raccolta firme denominata “Stop alle false Cooperative”, con l’obiettivo di raggiungere perla nostra regione 4.000 firme per mettere fuori gioco chi non rispetta valori e persone.

L’Alleanza delle Cooperative chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe e più incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche.

In particolare, la proposta di legge prevede:

  • la cancellazione dall’Albo delle Cooperative e la conseguente perdita della qualifica di cooperativa, per le imprese che non siano state sottoposte alle revisioni/ispezioni;
  • definizione di un programma di revisioni, in via prioritaria, per quelle cooperative che non siano state sottoposte da lungo tempo alle revisioni o alle ispezioni, così come per le cooperative appartenenti ai settori più a rischio;
  • tempestiva comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’Agenzia delle Entrate per contrastare il fenomeno di cooperative che nascono e cessano l’attività nel giro di pochi mesi accumulando debiti nei confronti dell’Erario;
  • creazione di una cabina di regia al Mise che coordini i soggetti chiamati a vigilare sulle cooperative evitando sovrapposizioni e duplicazioni di adempimenti attraverso intese con consentano di coordinare revisori provenienti anche da altre Amministrazioni.

Anche la Cooperativa Il Cerchio aderisce alla raccolta firme. Sarà possibile infatti, lunedì 20 Luglio, presso gli uffici amministrativi di Via Flaminia 3, aderire all’iniziativa firmando l’apposito registro. Si ricorda a tutti di portare con sè un documento di identità, necessario per partecipare alla raccolta firme.

stop-false-cooperative

Marco Pennacchi

Al cinema non ci sono più posti? Da oggi ci si può prenotare!

Avviato, in via sperimentale, il sistema di prenotazione del Cinema Sala Pegasus

Cari tutti,

siamo felici di informarvi che a partire da giovedì 12 febbraio il Cinéma Sala Pegasus offre la possibilità di prenotare i posti in sala per le proiezioni in calendario. Quello che vogliamo proporvi è un primo esperimento per il quale chiediamo anche la vostra collaborazione, un sistema che non intende essere infallibile ma un metodo che riesca a garantire a tutti un’esperienza speriamo sempre maggiormente confortevole della sala.

Come avviare una prenotazione? Basterà inviare una mail all’indirizzo cinemasalapegasus@gmail.com, inserire nell’oggetto “prenotazione” e specificare nel corpo della mail nome, numero di persone, titolo, data e orario dello spettacolo. Solo dopo aver ricevuto una nostra risposta affermativa, la prenotazione potrà considerarsi confermata. Ovviamente non ci sarà la possibilità di poter scegliere la poltrona ma quello che possiamo garantire è un posto assicurato nella sala.

Le mail di prenotazioni potranno essere inviate tutti i giorni entro e non oltre le ore 16:00.

Speriamo fortemente che questa iniziativa possa costituire per tutti un buon compromesso soprattutto nell’idea di mantenere con voi un contatto quanto più possibile diretto e senza eccessive mediazioni.

Vi aspettiamo al Cinéma.

  Sala Pegasus

Un caro saluto,

Lo staff del Cinéma Sala Pegasus

 

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: