Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Articoli con tag ‘comune di spoleto’

L’arte di organizzare l’educazione di bambini e ragazzi

Il 23 e 24 novembre il convegno organizzato dalla Cooperativa Il Cerchio e dal Comune di Spoleto

Conoscere i basilari educativi che possono aiutare educatori e genitori, utilizzare il conflitto come risorsa nella gestione della relazione educativa e puntare sul gioco di squadra per educare insieme. Questi sono solo una parte dei temi che saranno affrontati il 23 e 24 novembre durante il convegno “L’arte di organizzare l’educazione di bambini e ragazzi”. 

Il convegno, organizzato dalla Cooperativa Il Cerchio e dal Comune di Spoleto e che avrà luogo alla Sala Frau di Spoleto, si avvale della preziosa collaborazione della Dott.ssa Laura Petrini, psicologa e formatrice con pluriennale esperienza delle consulenze pedagogiche.

Sarà l’occasione per trattare temi come l’educazione dei bambini e dei ragazzi che costituiscono parte fondamentale delle competenze degli educatori professionali ed in stretta correlazione con l’ambito genitoriale.

Il 24 novembre avrà luogo un laboratorio pratico (partecipazione previa prenotazione al numero 331.1812016) con esercitazioni, attività di gruppo e dimostrazioni operative al Centro Infanzia “IL GLICINE”, di Viale Martiri della Resistenza. 

In entrambe le giornate è previsto uno spazio gioco per i bambini.

Vi aspettiamo numerosi per due giorni di formazione davvero entusiasmanti!

Annunci

Non solo (qui) presepi

Il presepe realizzato dai nostri ragazzi fa il giro del Centro Italia

Il centro socio riabilitativo ed educativo “Millecose” dell’UslUmbria n.2 e del Comune di Spoleto, ha partecipato ai concorsi “Presepi in Mostra” a Scheggino e ” Concorso dei Presepi” a Castiglion Fiorentino.

Le manifestazioni con l’esposizione dei presepi si sono svolte durante le festività natalizie, fino al giorno dell’Epifania. Il nostro presepe esposto a Castiglion Fiorentino ha ricevuto un riconoscimento da parte dell’AVIS, con un attestato consegnato ai nostri ragazzi per aver partecipato alla manifestazione.

Prima della realizzazione dei presepi gli operatori insieme ai ragazzi sono andati a raccogliere tutto il materiale necessario, per assemblare quello che è stato un risultato fantastico. Bruno, Daniela, Corrado e Stefano si sono divertiti tantissimo, raccogliendo le cortecce, pezzetti di legno e foglie necessarie per il presepe. Raccontano che ogni tanto si fermavano e chiedevano all’operatore se ciò che avevano trovato poteva essere utile al presepe, sperando in una risposta affermativa. Il nostro Stefano si è anche fatto una scorpacciata di ciliege marine, in quella che tutti descrivono come una bella esperienza.

I personaggi della natività sono stati realizzati con corda e das. E’ stato un bel momento di socializzazione per tutti i ragazzi.

Dal Giornalino “Non Solo Fra di Noi” n.643

Un’Assistenza da primato

Home Care Premium a Spoleto ai primi posti d’Italia

Spoleto e la zona Sociale n.9 ai primi posti d’Italia per indice di gradimento dei beneficiari del servizio Home Care Premium. Questo il risultato dell’indagine statistica commissionata dalla Direzione Centrale dell’INPS in tutto il territorio nazionale, relativamente al servizio di assistenza e sollievo Home Care Premium 2017 – Assistenza Domiciliare.

Il servizio è rivolto ad anziani non autosufficienti, offrendo assistenza domiciliare ai dipendenti e pensionati degli istituti pubblici, per i loro coniugi e affini di primo grado.

Il servizio, in carico al Comune di Spoleto e gestito dalla Cooperativa Il Cerchio, è ormai al quarto anno di attività, facendo registrare nella nostra zona un notevole miglioramento delle condizioni di vita dei beneficiari che ne usufruiscono con piena soddisfazione.

La Cooperativa Il Cerchio, insieme al Comune di Spoleto, si è impegnata e si impegnerà per mantenere e migliorare continuamente questi standard qualitativi, per fornire un servizio migliore e sempre più aderente alle esigenze dei beneficiari.

Desideriamo infine ringraziare tutto il personale dedicato (coordinatore, assistenti sociali, operatori ed addetti all’assistenza) che, con il costante lavoro, attenzione e dedizione hanno permesso il raggiungimento di questo risultato.

home care premium.jpg

Iniziato il progetto Più Nido

Un progetto gratuito finanziato dalla Regione Umbria

Un progetto gratuito per bambini da 12 mesi a 3 anni (con la possibilità di iscrivere anche eventuali fratelli o sorelle – fino a 5 anni) finanziato dalla Regione Umbria e realizzato dalla collaborazione tra Comune di Spoleto e Cooperativa Il Cerchio.

Il progetto Più Nido propone:

  • attività ludiche, sensoriali, espressive e motorie con particolare attenzione all’integrazione ed alla relazione tra i bambini;
  • Una preziosa opportunità per offrire esperienze diverse: di giochi, di animazioni di scoperte, di relazioni.

Il servizio, iniziato il 14 Ottobre, durerà fino al 16 Dicembre e viene svolto presso gli asili Nido “Il Girotondo”, “Il Carillon” e “Il Bruco” del Comune di Spoleto.

Per le iscrizioni contattare:

  • Il numero 0743.218732, Dott.ssa M. Paola Fedeli – Comune di Spoleto
  • Il numero 0743.221300, Segreteria Coop Il Cerchio

girotondo1girotondo2

 

I migranti richiedenti lo status di protezione internazionale potranno realizzare attività di volontariato

Firmato protocollo d’intesa con il Comune di Spoleto

Tre i soggetti che collaboreranno insieme al Comune di Spoleto: la Cooperativa Sociale Il Cerchio, l’A.Se. Spoleto S.r.l. e l’associazione di volontariato “I miei tempi”.

“è la parola dignità a contraddistinguere questo protocollo – sono state le parole del Vicesindaco Maria Elena Bececco nel corso della conferenza stampa – è un segnale importante perché si tratta di un accordo che permetterà ai ragazzi ospitati a Spoleto di svolgere attività socialmente utili a favore della comunità”.

Quarantadue i migranti a Spoleto all’interno del progetto “Emergenza sbarchi”; uomini tra i 19 e i 30 anni (non ci sono ad oggi famiglie, né minori) che potranno essere impegnati in lavori di piccola manutenzione sia nei giardini pubblici, che nelle aree cimiteriali.

“Alcuni sono a Spoleto da poco e, per i primi sei mesi, non possono svolgere questo tipo di attività. Per ora quindi sono stati individuati cinque ragazzi, che conoscono meglio degli altri l’italiano e che hanno dato da subito la propria disponibilità; due di loro affiancano già gli operai dell’A.Se. che lavorano nelle aree cimiteriali della città – ha spiegato Patrizia Costantini, Presidente dell’associazione di volontariato “I miei tempi” – Spoleto è una realtà che sta lavorando molto bene su questo fronte: se i circa 8.000 comuni italiani lavorassero tutti sul fronte dell’accoglienza non ci sarebbe più alcuna emergenza”.

Il tutto avviene secondo una programmazione di orari e di giorni lavorativi che li vede impegnati dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 13.

“Questi ragazzi svolgono con noi una attività che riguarda la manutenzione leggera nei luoghi dove, come azienda, siamo chiamati ad effettuare altri tipi di lavori – ha tenuto a precisare l’Amministratore Unico dell’A.Se. Spoleto S.r.l. Giuseppe Scatolini – Stiamo cercando di inserirli all’interno di un ciclo di lavoro che può aiutare a rendere migliore la città, specialmente nel centro storico. In questa prima fase ci concentreremo sui trentacinque cimiteri di Spoleto”.

“Sono ragazzi che hanno voglia di dare un contributo alla comunità – ha dichiarato Costantino Cacciamani, Vicepresidente della Cooperativa Sociale Il Cerchio – Da parte nostra, insieme all’amministrazione comunale, c’è uno sforzo per far sì che tutto questo avvenga all’insegna della dignità. Proprio per questo sono tutti impegnati anche in attività culturali e sportive, come ad esempio i corsi di lingua italiana”.

Dal sito www.comunespoleto.gov.it – Comunicato stampa di Davide Fabrizi

Firma-Protocollo-migranti-02-640x320

Riciclo… Gli oggetti che butti via li trasformiamo con fantasia

Varie attività proposte all’Asilo Nido Il Bruco

La programmazione educativa 2016/17, proposta nel nido d’infanzia “Il Bruco di San Giacomo” e dal titolo: “Riciclo… Gli oggetti che butti via li trasformiamo con fantasia”, ha avuto come obiettivo quello di sensibilizzare i bambini e le loro famiglie nei confronti dell’ambiente promuovendo la cultura del riciclo e, quindi, la possibilità di creare oggetti attraverso l’utilizzo di materiali di scarto di uso quotidiano.

A tal scopo, all’ingresso del nido, è stato creato uno spazio in cui i bambini, con i loro genitori, hanno potuto riporre i materiali da loro portati per poi essere sistemati nel “Mobile del riciclo” in Atelier.

Durante l’anno ai bambini sono state proposte varie attività attraverso le quali hanno potuto sperimentarsi ed inoltre, sono stati pensati e poi realizzati dei giochi a sostegno dello sviluppo del bambino, opportunità che ha visto coinvolti anche i genitori durante i laboratori previsti dalla programmazione annuale.

Le immagini che seguono presentano lo spazio creato in cui riporre il materiale, il “Mobile del riciclo” e i giochi realizzati.

Le educatrici: Moira Stocchi, Chiara Peliscio, Barbara Meta e Laura Spitella

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: