Blog ufficiale della Cooperativa Sociale Il Cerchio

Archivio per la categoria ‘Varie’

Per non dimenticare

Noi di Leggolandia abbiamo letto il Diario di Anna Frank

Oggi è la giornata della memoria, della commemorazione dei tanti ebrei morti durante la Seconda Guerra Mondiale per mano dei nazisti. In una parola Shoah. In questo periodo, per prepararci a questa giornata, abbiamo preso in mano e letto tutti insieme il “Diario di Anna Frank”.

Tutti ne abbiamo sentito parlare almeno una volta, ma guardarlo e sfogliarlo, leggere le lettere che Anna scriveva alla sua amica immaginaria è pura emozione…

Anna scrive in modo leggero e racconta tanti piccoli fatti che possono accadere ad una giovane adolescente come lei. Braccata in quanto ebrea, anna è chiusa insieme alla sua famiglia nel nascondiglio ricavato in un appartamento di alcuni amici, nel centro di Amsterdam in Olanda.

Annota nel diario pensieri e riflessioni, la paura della guerra, il conflitto con i genitori, i suoi amori adolescenziali, il desiderio di diventare una scrittrice. La normalità dei suoi pensieri di ragazza cozza terribilmente con le paure di ciò che sta succedendo fuori da quelle due piccole stanze. Quelle parole ci fanno riflettere su quello che è stato uno dei capitoli più bui della nostra storia. Leggere queste pagine, renderà più viva la nostra memoria.

Noi abbiamo voluto ricordare così la Shoah leggendo di Anna, rimasta da allora il simbolo di questo immane sacrificio. Il giorno della memoria non è affare esclusivo degli ebrei e di chi ha voluto il loro martirio, ma è qualcosa che ci riguarda tutti perché+è, come ci ricorda il grande scrittore italiano di origine ebrea Primo Levi, quello che è accaduto potrebbe accadere dui nuovo ed è questo che dobbiamo assolutamente evitare. Conoscere per ricordare… affinché non accada mai più.

Il Gruppo di Leggolandia – Dal Giornalino NON SOLO FRA DI NOI n.695

Nessun nesso tra vaccino e autismo infantile

Si è espressa la Cassazione in merito ad una denuncia presentata dai genitori di una bambina

C’è voluto l’ultimo grado di giudizio per arrivare al verdetto: nessun collegamento tra le vaccinazioni obbligatorie e autismo infantile.

E’ la terza volta che la Suprema Corte si esprime in questo senso, dopo casi analoghi nel 2017 e 2018 in cui alcuni genitori hanno sporto denuncia contro ignoti per l’esecuzione della vaccinazione, che avrebbe causato lo sviluppo del fenomeno di autismo infantile. Anche in questo caso la Cassazione ha confermato l’archiviazione stabilita nei precedenti gradi di giudizio.

Nella disputa sull’eventuale collegamento tra vaccini e autismo la Suprema Corte ha stabilito che non c’è nessun nesso, anche tenuto conto delle direttive del Ministero della Salute.

La cassazione ha ribadito inoltre che tali indicazioni sono “fondate sulle risultanze dei più recenti studi epidemiologici, quindi, nell’ambito di una valutazione discrezionale, di natura tecnica, non sindacabile in sede penale“. 

Il ricorso quindi è stato dichiarato inammissibile per manifesta infondatezza.

Cosa hanno chiesto i bimbi nelle letterine di Natale?

Diamo un’occhiata alle letterine di Viaggio di Natale in Gioco

Le feste sono finite e Natale è oramai passato. Siamo tutti tornati alle nostre solite attività, con un pizzico di rammarico, ma con la consapevolezza di aver fatto felici i nostri bambini, con i regali sotto l’albero.

Oppure no? Cosa hanno chiesto i bambini a Babbo Natale? Babbo Natale ha fatto bene il suo lavoro?

Durante l’evento Viaggio di Natale in Gioco centinaia di bambini hanno scritto la letterina per Babbo Natale e ora… è arrivato il momento di svelare il loro contenuto! Siete pronti? Eccone alcuni:

Caro Babbo Natale, quest’anno ti chiedo queste cose qua: Barbie Delfino, la chitarra, il pupazzo di Martino il Pappagallo Canterino, la fabbrica del cioccolato di creta

Giulia

Sono Mia, sono stata molto buona e per questo ti vorrei chiedere tanti regali. Anche perché ho preso l’antibiotico da sola e l’ho bevuto tutto. Vorrei L.o.l. tante bambole che non parlano, la Barbie e la casa delle Barbie con le cose da mangiare per finta. Ti voglio bene Babbo Natale!

Mia

Io per Natale vorrei Nintendo Labo con il gioco Mario Kart, la Cucaracha, Torte in faccia, Coccodrillo Dentista, Twister e dei giochi che vuoi tu. E poi porta qualcosa per le mie sorelline.m Io sono Filippo ed ho cambiato casa, non ti sbagliare Babbo Natale

Filippo

Caro babbo Natale, siamo Saverio e Ludovica, ti volevamo dire se puoi portare ai bambini poveri un po’ di regalini, quelli che ti pare. Ai bambini che non stanno bene dovresti portare le medicine per farli guarire. Ai bambini che vivono senza niente, porta un po’ di cibo perché sennò muoiono. Grazie! Saluti!

Saverio e Ludovica

Caro babbo Natale, come stai, tutto bene? Sono un bravo bambino buono come tanti altri. Come fai in una notte sola a consegnare tutti i regali in tutto il mondo? Com’è il Polo Nord? di sicuro farà freddo. Tanti tanti auguri di Buon Natale

Danizar

Ti voglio tanto bene, tu sei l’anima della bellezza del Natale, tu sei bellissimo. Evviva il Natale

Anonimo

Mi chiamo Samuele e ho 5 anni. Abito a Spoleto e sono un bambino molto bravo. Per Natale io vorrei un po’ di giochi: la pista delle Hot Wheels (quella nuova con i pipistrelli), la torre dei Gormiti (e un Gormita), la torre di Spiderman, L’Aintervist (leone del fuoco dei Gormiti), occhiali della pistola della realtà virtuale che uccide i mostri e la stazione di rifornimento delle Hot Wheels. Ti voglio tanto bene. Baci

Samuele, 5 anni

Caro Babbo Natale, quest’anno sono stata ancora più brava degli altri anni: Bravissima! E per questo motivo avrei dei regali da richiederti: Ipad con tastiera e penna, la bambola di Biancaneve, Rapunzel, Cenerentola, Sissi e Aurora, il Castello delle Principesse, il Lenzuolo delle Principesse

Aurora

Mi chiamo Soleida, sono una bambina buona ed ubbidiente, qualche volta un po’ capricciosa… Per Natale vorrei il camper di Barbie, le L.o.l., la casa di Peppa Pig, le Costruzioni, il Libro e tanto amore per tutti i bimbi

Soleida

Caro Babbo, sono stato abbastanza buono, quindi ti chiedo Lord Titano e Riff con il suo Leone. Prometto che farò la pipì al bagno

Flavio, 4 anni

Le aspettative sono state soddisfatte? Cosa hanno ricevuto i tuoi bimbi?

La Sindrome di Asperger

Facciamo chiarezza sulla Sindrome tornata prepotentemente di attualità

Se ne parla in TV e nei Social, ultimamente tornato argomento di attualità. Ma che cos’è davvero la sindrome di Asperger?

La Sindrome di Asperger (abbreviata in SA, o AS in inglese) è considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo. Il termine “Sindrome di Asperger” è un tributo ad Hans Asperger, pediatra austriaco del secolo scorso che con il suo lavoro diede un contributo rilevante alla comprensione delle caratteristiche del disturbo.

Cosa comporta la sindrome di Asperger e quali sono i segnali che portano a riconoscerla?

Gli individui portatori di questa sindrome sono caratterizzati dall’avere una persistente compromissione delle interazioni sociali, schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi molto ristretti.

Non chiamatelo autismo

Spesso si fa confusione tra Sindrome di Asperger e autismo ma, diversamente dall’autismo classico, nel primo caso caso non si verificano significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o dello sviluppo cognitivo.

Gli affetti da Sindrome di Asperger sono psicopatici?

La psicopatia e Sindrome di Asperger indicano in sostanza due condizioni opposte. La psicopatia è infatti un disturbo che si manifesta attraverso una carenza di empatia in generale, un’incapacità di provare rimorso e uno spiccato egocentrismo (a volte associato a comportamenti aggressivi o comunque devianti). La sindrome di Asperger invece non impedisce di provare emozioni e percepire quelle altrui, ma come già detto si manifesta attraverso la difficoltà nelle interazioni sociali e l’emergere di comportamenti schematici e atipici.

Sheldon-tiny-

Grande vittoria allo Spoleto Winner 2018

Primo premio per un ospite… speciale

Un primo posto, tanta soddisfazione ed immensi sorrisi. Sono questi i risultati dello Spoleto Winner 2018, il concorso canino che ha avuto luogo lo scorso 19 agosto a Spoleto, nel grande prato di Villa Redenta.

Buddy, l’amico a quattro zampe dei ragazzi del Polo per Minori Uffa Sos, che oramai da qualche anno  li accompagna nella vita quotidiana, aiutandoli a crescere ed a responsabilizzarsi, ha sbaragliato la concorrenza nella categoria dei meticci aggiudicandosi il gradino più alto del podio.

Una giornata da ricordare per i nostri ragazzi, che con il loro piccolo grande campione hanno vissuto l’intera manifestazione, vedendolo trionfare nella sua categoria. Dopo la vittoria anche lui ha avuto il giusto premio: tante coccole ed una doppia razione di croccantini!

 

Buona festa dei lavoratori

Buon Primo Maggio

Oggi è la festa dei lavoratori e noi la vogliamo dedicare a tutte le persone che, con dedizione e passione la stanno trascorrendo lavorando all’interno dei nostri servizi. Grazie di cuore

Primo-maggio-2016-Milano-830x464

Buona Pasqua

Auguri di Buona Pasqua dalla Cooperativa Il Cerchio

logo cerchio pasqua

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: